21 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.50
Tag

gianni gebbia

appuntamento venerdì 5 aprile

Gianni Gebbia in concerto per la rassegna “Musiche senza confini”

Il sassofonista palermitano Gianni Gebbia nell’ambito della rassegna “Musiche senza confini”, venerdì 5 aprile alle ore 21.30, al Cre.zi.Plus dei Cantieri Culturali della Zisa di Palermo, presenterà un suo solo basato su composizioni pubblicate nel 1987, tratte dal suo primo disco d’esordio che di recente è stato oggetto di particolare attenzione da parte di numerosi musicisti e discografici.
si svolgerà all'ex noviziato dei crociferi

Prende il via a Palermo “Anassimandro”, festival di musico-filosofia diretto da Gianni Gebbia

a seconda edizione di Anassimandro si svolgerà nell’arco di due giornate, giovedì 30 e venerdì 31 marzo, nell’ex Noviziato dei Crociferi (in via Torremuzza), nel cuore del centro storico di Palermo e del percorso Arabo Normanno dell’Unesco. Il festival è promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, nell’ambito del “Patto per il Sud”. L’ingresso è libero.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.