21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.23
Tag

miccichè

le dichiarazioni del presidente dell'ars

di Maurizio Zoppi

Crisi di governo, Miccichè: “Io e Musumeci uniti per la Sicilia”

La crisi di Governo allerta la Sicilia. Le prossime giornate di agosto, saranno di fuoco e non solo climatico ma anche politico. Direttamente dal lago di Garda, il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, giorni fa ha contatto il Presidente Musumeci per avvertirlo di questa crisi nazionale.
L'incarico le era stato affidato i primi di giugno

di Maurizio Zoppi

Foss, ancora polemiche sulla revoca di Ester Bonafede. Silenzio da Musumeci

Ester Bonafede attraverso un documento spiega in modo dettagliato, le sue ragioni per cui la nomina è legittima. A seguito di una lunga riunione del cda, la sua nomina è stata annullata per “conflitti di interesse” nei confronti della Fondazione. E' uscito al momento del voto, invece, il consigliere Marco Intravaia,  fedelissimo di Musumeci, che prima era stato nominato vice presidente.
Lo rende noto Gianfranco Miccichè

Sicilia: Ars incardina ddl collegato

È stato incardinato all'Ars il ddl "collegato": il termine per la presentazione degli emendamenti scade venerdì alle 12. Il voto è previsto martedì prossimo.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.