Palermo di una volta Archivi | ilSicilia.it
Tag

Palermo di una volta

Una donna dallo spirito illuminato

di Giusi Patti Holmes

Marianna Ucrìa, la nobile adolescente tra realtà e finzione letteraria

Una donna d'altri tempi e per ogni tempo

di Giusi Patti Holmes

Giovanna Trigona, una siciliana d’altri tempi simbolo di emancipazione femminile

sullo sfondo di una "deforme normalità”

di Giusi Patti Holmes

Libri, “Malavita” di Giankarim De Caro: memorie di una Palermo del passato

La "Capinera" di Noto che si ribellò alle imposizioni familiari

di Giusi Patti Holmes

Mariannina Coffa, la poetessa che con i versi ritrovò la libertà

Love Holidays

di Giusi Patti Holmes

Topazia Alliata e Fosco Maraini, una grande storia d’amore

Una incredibile storia vera

di Giusi Patti Holmes

Alessandrina Samonà Monroy, la bimba che visse due volte

Su ''Palermo di una volta'' scatti e video della vecchia città

di Redazione

La Palermo scomparsa rivive su Facebook. Le immagini che incantano il web

Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.