1 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.46
Caltanissetta

martedì la manifestazione

Tagli al Comune di Gela, i sindacati: “Siamo a un passo dal dissesto”

16 Dicembre 2018

Le segreterie Cgil, Cisl e Uil promuovono la manifestazione sindacale che si terrà a Gela martedì 18 dicembre a partire dalle 16,30 in piazza San Francesco, luogo di tante lotte per rivendicare diritti.

“Siamo consapevoli – affermano Giudice, Gallo e Castaniadella situazione finanziaria nella quale opera il commissario Arena e siamo anche consapevoli che non può fare miracoli, ciò non toglie la non condivisione del taglio dei servizi e del mancato ripristino”.

“Eliminare il servizio refezione scolastica significa far arretrare la qualità della vita di 1500 bambini, significa tagliare il lavoro a 67 donne e uomini  operatori del servizio, significa eliminare 55 posti di lavoro agli insegnanti per l’anno scolastico 2019/2020 mentre ci sono le iscrizioni in corso e si fermano le classi, non aver assunto nessuna decisione per il servizio sosta a pagamento danneggia i lavoratori ma anche le casse del Comune che dal servizio aveva un beneficio economico”.

Non affrontare il ripristino del servizio trasporto disabili – proseguono –  avere l’immondizia per strade, non avere certezze sull’incontro che il Governatore Musumeci ha promesso alla città durante la sua visita in merito ai fondi dell’accordo di programma dopo che ha preso pubblicamente atto che le posizioni di Cgil, Cisl e Uil in merito ai 25 milioni erano condivisibili”.

“Ecco tutto questo e tanto altro a 100 giorni e più dall’arrivo del Commissario ci porta a manifestare il malessere che attraversa la città nel suo complesso. Alla protesta già in corso da giorni degli addetti alla mensa scolastica, si uniranno genitori, insegnanti, lavoratori ed in generale centinaia di cittadini stanchi di non poter avere la certezza e con essa la serenità del mantenimento dei servizi.”.

“Si tagli altrove – aggiungono –  non si offenda  la vita delle persone che non hanno voce, dai bambini agli anziani. Queste sono le nostre rivendicazioni che abbiamo portato sempre avanti prescindendo da chi guida le amministrazioni comunali. Caro Commissario lei ha dichiarato che il Comune non è in default, per noi è in pre dissesto da più di 1 anno, ma se è vero quello che lei afferma vi è un motivo in più, anche di natura contabile, per evitare di tagliare i servizi e addirittura pensare di aumentarli.”.

“Invitiamo tutti i cittadini – concludono Giudice, Gallo e Castania –  dai disoccupati ai pensionati, alla partecipazione per orientare con altre scelte la volontà amministrativa del Commissario”.

L’appuntamento è stato fissato per martedì alle 16,30 davanti al Comune di Gela.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.