Tagliatelle con il pesto di pistacchi, un'alchimia di sapori | LA RICETTA :ilSicilia.it

Accarezza il palato

Tagliatelle con il pesto di pistacchi, un’alchimia di sapori | LA RICETTA

di
28 Giugno 2019

Per raccontarvi questa ricetta, le Tagliatelle con il pesto di pistacchi“, partiamo dalla figura della regina di Saba che viveva nel deserto, in quella fiorente zona commerciale che, allora, era chiamata Arabia Felix. Nel bel mezzo del deserto la sovrana aveva a sua disposizione agi e ricchezze: l’acqua, che proveniva dalla diga di Marib, spezie, gioielli preziosi e, persino, una piantagione di pistacchi.

Questo preziosissimo frutto di cui, secondo la leggenda, la regina era così ghiotta da far confiscare la produzione assira, ha origini antichissime tanto da venire menzionato già nella Bibbia.

L’oro verde di Bronte, città siciliana che ne viene considerata la patria, fu portato sull’Isola dagli arabi che iniziarono a coltivare i pistacchi alle pendici dell’Etna, dove trovarono un ambiente più che favorevole. Ricco di vitamine A, B ed E, ferro, potassio, zinco e magnesio, era molto apprezzato dalle monache brontesi e nei monasteri in generale: Giovanni Verga lo cita in “Storia di una capinera“ e Federico De Roberto, invece, in riferimento ai monaci conventuali di San Nicola.

Nicolas Lémery, medico e chimico francese, sosteneva che i pistacchi fossero afrodisiaci, sue le parole: “eccitano gli ardori di Venere e accrescono l’umore feminale, perché eccitano una dolce fermentazione del sangue” e il bolognese Baldassarre Pisanelli, nel “Trattato de’ cibi et del bere”, lo considerava quasi una panacea con cui risolvere problemi del fegato, dello stomaco e, col vino, ottimo rimedio contro i veleni. Ma è arrivato il momento della ricetta, tanto semplice quanto gustosa.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di tagliatelle
  • 200 g di pistacchi grossolanamente spezzettati
  • 50 g di bietoline
  • basilico fresco
  • 1/2 buccia di limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe nero macinato fresco
  • sale q.b
  • pepe nero

Procedimento:

1. Cuocete le tagliatelle al dente, conservando l’acqua di cottura.

2. Mettete in un mixer l’olio extravergine d’oliva, i pistacchi, le bietoline, sale, aglio, buccia di limone, basilico, parmigiano e frullate finché il composto non è liscio.

3. In una padella a fuoco medio amalgamate le tagliatelle scolate col pesto e, aggiustate, se è il caso, di sale e pepe, con l’aggiunta di un goccio d’olio d’oliva.

4. Prima di servire, spolverizzate con il pepe nero macinato fresco e altro parmigiano grattugiato.

5.Guarnite con pistacchi e foglioline di basilico.

 

Le vostre tagliatelle al pesto di pistacchio sono pronte per essere mangiate.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.