"Tagliati fuori, fateci riaprire": barbieri, parrucchieri ed estetisti protestano a Palermo | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

davanti la regione

“Tagliati fuori, fateci riaprire”: barbieri, parrucchieri ed estetisti protestano a Palermo | FOTO

di
12 Aprile 2021

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Tagliati fuori, fateci riaprire”, questo lo slogan dei circa 400 tra barbieri, parrucchieri e titolari di centri estetici che questa mattina si sono riuniti a piazza Indipendenza a Palermo, davanti la sede della presidenza della Regione Siciliana, per protestare contro le chiusure imposte fino al 22 aprile in virtu’ della ‘zona rossa‘.

“Vogliamo lavorare in sicurezza come abbiamo sempre fatto – dicono alcuni di loro -. Abbiamo anche investito per adeguarci alle misure e alle regole per il contrasto del Covid-19. Disponendo le chiusure dei nostri esercizi favoriscono il lavoro nero, con gente che va a lavorare casa per casa aumentando il rischio del contagio”.

Nel corso della protesta anche qualche attimo di tensione, subito sedato in maniera civile. “L’inefficienza di chi gestisce il sistema pandemico non puo’ essere pagata da noi – sottolinea Nunzio Reina, responsabile area produzione regionale di Confesercenti. – Tutte le attivita’ sono in perdita. Non dormiamo piu’ la notte”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro