Taglio vitalizi all'Ars, Miccichè: "Non posso mandare all'ospizio gli ex deputati" :ilSicilia.it

i testi presentati oggi in commissione Bilancio

Taglio vitalizi all’Ars, Miccichè: “Non posso mandare all’ospizio gli ex deputati”

22 Ottobre 2019

Il taglio ai vitalizi ci sarà ma a quanto pare sarà ‘soft‘. Sono 4 i testi presentati questa mattina in commissione Bilancio all’Ars, che dovrebbero essere discussi per trovare una ‘quadra’ in merito al taglio dei vitalizi. Il documento finale non sarà come quello di Camera e Senato. La tematica che scotta a Palazzo dei Normanni, potrebbe aumentare ancora la  distanza degli orizzonti politici tra il governatore Nello Musumeci e il Presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè.

Proprio venerdì scorso il governatore ha scritto al leader di Forza Italia, chiedendo formalmente di calendarizzare a sala d’Ercole la legge sui tagli. Musumeci ha evidenziato nella missiva, i tagli  dei finanziamenti – dai 40 ai 70 milioni di euro – in caso di mancata approvazione della legge da parte di Roma. “Lo sapete, per me i vitalizi possono essere eliminati già domani mattina, non è questo il problema” affermava Musumeci qualche giorno fa durante la seconda giornata di “Meridiano Sanità in Sicilia”.

Nessun problema da parte del Presidente, Miccichè che afferma: “La riforma dei vitalizi si farà. Arriveremo in tempo, entro fine anno, ed eviteremo qualsiasi sanzione statale”.

arsI vitalizi parlamentari sono delle rendite concesse sia a parlamentari che a consiglieri regionali nel momento in cui cessano la loro carica. La delibera – del governo romano – di abolizione dei vitalizi ha ricalcolato gli assegni sulla base del metodo contributivo. Questo ricalcolo sulla base di contributi versati, secondo vari esperti porterà in una prima fase, ad una riduzione dei costi di circa dai 30 ai 40 milioni di euro. Gli assegni potrebbero essere ridotti del 50% – 80%. Fissato anche un tetto massimo al fine di evitare che il ricalcolo del vitalizio già  esistente possa trasformarsi in una pensione d’oro.

I firmatari dei testi presentati si suddividono tra: i deputati dei 5 stelle, l’onorevole Eleonora Lo Curto dell’Udc, i deputati Stefano Pellegrino e Antonello Cracolici del Pd e Nicola D’Agostino di Sicilia Futura ed infine un testo presentato dal capogruppo di Diventerà Bellissima, Alessandro Aricò. La commissione valuterà gli emendamenti e farà una quadra sul disegno di legge da far approvare a Sala D’Ercole.

Sembrerebbe che tra il 5 e il 7 di novembre il testo potrebbe arrivare in Aula.

Pare che la “risultante”, sarà condivisa dal presidente dell’Ars Miccichè, il centro destra ed il Pd. Sarà un testo snello di pochi articoli in cui la percentuale e i coefficienti per il taglio dei vitalizi sarà inferiore rispetto a quello nazionale.

Il taglio sui vitalizi del 50% è inaccettabile. Sarebbe un gioco al massacro. La Regione Siciliana riceverebbe troppi ricorsi. Non posso mandare all’ospizio ex deputati, o ex governatori, a cui verrebbe drasticamente ridimensionata la pensione. Sono convinto che, anche il governatore, qualora ricoprisse il mio ruolo la penserebbe allo stesso modo. Noi stiamo seguendo le linee guida del governo romano, ma facciamo un correttivo in merito a coefficienti e percentuali da applicare per i tagli”. Afferma ai microfoni de ilSicilia.it, il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè.

 

 

LEGGI ANCHE:

A “Bar Sicilia” parliamo di “Non è l’arena” di Giletti con Miccichè e altri ospiti | VIDEO

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.