"Talpe" nel caso Zamparini, il giudice Vincenti indagato per corruzione | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Potrebbe essere colui che rivelò l'esistenza dell'inchiesta al patron rosanero

“Talpe” nel caso Zamparini, il giudice Vincenti indagato per corruzione

di
13 Giugno 2019

Il presidente della sezione gip di Palermo Cesare Vincenti è indagato per corruzione dai magistrati di Caltanissetta. Di corruzione risponde anche il figlio di Vincenti, Andrea. Il giudice è indagato anche per rivelazione di notizie riservate. Oggi la casa del giudice è stata perquisita dai militari delle Fiamme gialle. 

L’inchiesta nasce dal sospetto che una talpa al palazzo di giustizia di Palermo abbia avvertito, tramite l’allora presidente del Palermo calcio, Giovanni Giammarva, l’ex patron rosanero Maurizio Zamparini della richiesta pendente di arresto a suo carico avanzata dalla procura.

Giammarva, a maggio del 2018, chiese un urgente appuntamento a Zamparini, che il giorno successivo all’incontro si dimise dalle cariche societarie. Il gip chiamato a decidere sull’arresto, che lavorava nell’ufficio diretto da Vincenti, negò le manette sostenendo che le dimissioni dalla carica avessero fatto venir meno le esigenze cautelari. Chi diede lo notizia della richiesta di arresto? È quello che si chiedono i pm di Caltanissetta, competenti a indagare sui magistrati palermitani.

Il sospetto grava su Vincenti. Il figlio del giudice ha un incarico legale nella società rosanero. E questo, per gli inquirenti, potrebbe essere stato il prezzo della corruzione.

Indagata anche un’altra giudice palermitana: si tratta du Alida Marinuzzi, magistrato del tribunale civile: è accusata di abuso d’ufficio perchè secondo l’accusa, su sollecitazione di Vincenti avrebbe firmato un atto che interessava al figlio del magistrato.

LEGGI ANCHE:

Una talpa nell’inchiesta Zamparini? Perquisita la casa di un giudice

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin