Tangenti all'Anas, scarcerato l’imprenditore Iacuzzo :ilSicilia.it
Catania

LO RENDE NOTO L'AVVOCATO GENCHI

Tangenti all’Anas, scarcerato l’imprenditore Iacuzzo

di
20 Dicembre 2019

Ritorna a piede libero l’imprenditore Pietro Matteo Iacuzzo, che era stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta sulle tangenti degli appalti pubblici dell’Anas di Catania.

Il gip Anna Maria Cristaldi ha accolto la richiesta degli avvocati Gioacchino Genchi e Francesco Caratozzolo, tenuto conto che “sono venute meno le esigenze cautelari poste a fondamento della misura”.

Iacuzzo aveva preferito rinunciare alla richiesta di riesame nell’intento di chiarire la sua posizione, chiedendo di essere sottoposto a un interrogatorio, in cui non aveva esitato a rispondere a tutte le domande postegli dai pubblici ministeri e dagli investigatori etnei.

L’imprenditore, dunque, ha fornito la sua versione dei fatti con circostanziati elementi di riscontro, anche mediante esibizione della documentazione che è stato autorizzato a consultare.

In particolare, Iacuzzo ha fornito ampie e dettagliate argomentazioni sulle ragioni che lo avrebbero costretto a corrispondere in più riprese delle somme di denaro in relazione a tre contratti di cui era direttore dei lavori di risanamento della pavimentazione stradale dei due lotti della Strada Statale 288 e del lotto relativo ai lavori di riqualificazione del piano viabile nel Comune di Caltagirone. Stessa cosa ha fatto in relazione alle ulteriori somme di denaro che in più riprese sarebbe stato costretto a corrispondere per due contratti relativi ai lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione delle strade di competenza Anas.

Buche d'oro-Anas CataniaIn modo assolutamente spontaneo e altrettanto circostanziato, inoltre, Iacuzzo ha fornito ai pubblici ministeri inediti elementi sul ruolo che alcuni personaggi avrebbero avuto nel sistema impositivo delle forniture dei materiali e dei servizi. Fatto che sembra essere l’aspetto più grave delle condotte concussive poste da diversi pubblici ufficiali del Compartimento Anas di Catania in danno di Iacuzzo e della Società che al tempo Iacuzzo rappresentava.

La circostanza della revoca integrale della misura cautelare in carcere senza l’imposizione di alcuna prescrizione e le approfondire indagini difensive che i difensori e i loro consulenti stanno svolgendo senza sosta, lasciano sperare in una riqualificazione delle condotte contestate all’indagato e in una sollecita definizione del procedimento, anche grazie al l’accuratezza delle indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Catania.

 

 

LEGGI ANCHE:

Corruzione all’Anas, scatta il blitz: nove arresti a Catania fra colletti bianchi | I NOMI

Mazzette all’Anas, i retroscena del blitz: ecco come truccavano le gare

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin