Taormina aderisce al "Mab", programma lanciato dall'Unesco nel 1971 :ilSicilia.it
Catania

Il progetto nasce con lo scopo di migliorare il rapporto dell'essere umano con l'ambiente circostante

Taormina aderisce al “Mab”, programma lanciato dall’Unesco nel 1971

4 Aprile 2017

Il Comune di Taormina ha deciso ufficialmente di aderire, con delibera di Giunta esitata nelle scorse ore al progetto di candidatura al “Mab” delle aree Etna-Taormina-Valle dell’Alcantara, Valle dell’Agrò e dell’alto tratto del Simeto. Il Programma “Mab” (Man and the Biosphere) è stato lanciato dall’Unesco nel 1971, con lo scopo di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente e ridurre la perdita di biodiversità attraverso programmi di ricerca e capacity-building. Il programma ha portato al riconoscimento, da parte dell’Unesco, delle aree “Mab”, aree marine e/o terrestri che gli Stati membri s’impegnano a gestire nell’ottica della conservazione delle risorse e dello sviluppo sostenibile, nel pieno coinvolgimento delle comunità locali.

L’iniziativa fonda le proprie basi “in un ambito socio naturalistico, nell’uso razionale e sostenibile e nella conservazione della natura, oltre che nel miglioramento del rapporto complessivo uomo e ambiente“. Attualmente i siti riconosciuti dall’Unesco all’interno del Programma “Mab” sono 631, distribuiti in 119 paesi e Taormina punta adesso ad entrare in questo contesto in sinergia col Parco dell’Etna, per dare vita con questo “patto” programmatico e territoriale al primo sito siciliano del programma “Mab”. Nelle scorse settimane è stata già sottoscritta a Palazzo dei Giurati, nell’aula consiliare di Taormina, l’intesa per la presentazione del dossier ed il piano di gestione, da inoltrare al Ministero dell’Ambiente entro il 1 settembre di quest’anno, per la candidatura di Taormina a prima “Riserva della Biosfera” siciliana in un contesto che vede impegnati insieme, come detto, il costituendo Sito Unesco Taormina-Naxos-Valle d’Alcantara e d’Agrò ed il Parco dell’Etna.

Taormina aderisce al
Teattro Greco di Taormina

I due parchi principali, Taormina e l’Etna, fanno quindi fronte comune, con una strategia operativa a largo raggio che le Valli dell’Alcantara e d’Agrò intendono condividere col Parco dell’Etna, andando ad accelerare un passaggio che viene ritenuto propedeutico al principale obiettivo del riconoscimento di Taormina nel patrimonio mondiale dei siti Unesco. L’iter vede impegnati e coinvolti tutti i Comuni partner insieme a Taormina dell’iniziativa: ovvero Antillo, Calatabiano, Casalvecchio, Castelmola, Castiglione di Sicilia, Francavilla di Sicilia, Forza D’Agrò, Gaggi, Gallodoro, Giardini Naxos, Letojanni, Graniti, Limina, Malvagna, Mojo Alcantara, Mongiuffi Melia, Motta Camastra, Randazzo, Roccafiorita, Roccella Valdemone, S. Alessio Siculo, S. Teresa di Riva e Savoca.

Tra gli enti coinvolti nel progetto di “Riserva della Biosfera” anche Parco Nebrodi, Alcantara, Riserva Fiumefreddo, Simeto, Cutgana (ente gestore della Riserva di Isola Bella). Il dossier che, entro il 1 settembre verrà inviato a Roma, successivamente già entro il 30 settembre verrà trasmesso da Roma a Parigi alla Iucn, all’International Union for Conservation of Nature.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.