Taormina Arte si rifà il look: cambiano il logo e la veste grafica :ilSicilia.it
Taormina

il commissario Campo annuncia la novità

Taormina Arte si rifà il look: cambiano il logo e la veste grafica

di
20 Aprile 2021

La Fondazione Taormina Arte rinnova il proprio look. Con apposita deliberazione, il Commissario Straordinario Bernardo Campo ha disposto, infatti, l’adozione del nuovo logo e la nuova linea grafica della Fondazione Taormina Arte Sicilia. Si tratta di un segnale di cambiamento, non soltanto simbolico ma finalizzato a testimoniare la volontà dell’ente culturale di porsi, anche sotto l’aspetto formale, al passo con i tempi e le future sfide che attendono il sodalizio di cui sono soci la Regione Siciliana e il Comune di Taormina.

“Con il nuovo logo – evidenzia il Commissario Campo – viene mantenuta la continuità con l’immagine del Teatro Antico di Taormina, sottolineandone lo stretto legame. La scelta di utilizzare tre elementi per rappresentare le colonne della skené e tre emicicli della cavea vuole rappresentare, simbolicamente, i tre capi della Sicilia di straordinaria bellezza paesaggistica, carichi di storia e avvolti da misteriose leggende. Il bordo della skené richiama allo skyline dell’Etna nelle cui profondità la mitologia narra sia imprigionata la testa del gigante Tifeo che con i suoi arti sorregge le tre punte della Sicilia”.

“La sintetizzazione dell’intero logo con sette semplici tratti stilizzati rimanda al pensiero delle sette arti millenarie, o belle arti, che la Fondazione promuove nell’ambito delle proprie attività istituzionali. Il tratto semplice con colori piatti rispecchia il nuovo trend di essenzialità e sostenibilità, mantiene un design accattivante, elegante ed allo stesso tempo moderno grazie all’equilibrio geometrico delle forme. Le tonalità scelte ricordano i colori del sole estivo e del mare siciliano. Libero da ogni tipo di effetto grafico complesso – conclude Campo –, il logo restituisce con immediatezza un pensiero specifico, che a suo modo diventa flessibile anche in caso di navigazione dai dispositivi mobili”. 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti