Taormina, il Cru stoppa la variante per l'elipista del G7 :ilSicilia.it
Messina

Iter improcedibile per assenza del Vas

Taormina, il Cru stoppa la variante per l’elipista del G7

12 Dicembre 2017

Stop alla conferma definitiva dell’elipista realizzata a  Taormina in occasione del G7. Il Consiglio Regionale dell’Urbanistica ha dichiarato, infatti, improcedibile la variante urbanistica al Prg richiesta dal Comune di Taormina per la trasformazione dell’infrastruttura da provvisoria a permanente. La variante e’ stata bloccata dall’organo di vigilanza ambientale in quanto soggetta al Vas (Valutazione Ambientale Strategica), atto che non era stata prodotto dalla casa municipale e che dovrà ora essere allegato nell’istanza da riproporre agli uffici di Palermo. La modifica urbanistica nell’ambito del vigente Prg di Taormina era stata deliberata dal Consiglio comunale il 16 febbraio scorso con apposita votazione in vista del vertice dei sette grandi poi tenutosi il 26 e 27 maggio.

Il Cru si è espresso, inoltre, evidenziando che il Comune dovrà adottare una delibera nella quale risulti un utilizzo dell’opera per motivazioni di pubblica utilità e cioè come elisoccorso o per la protezione civile con un gestore pubblico. Escluso, invece, un uso commerciale, turistico o in favore di privati. Il pronunciamento del Cru è arrivato nove giorni prima del silenzio-assenso che avrebbe decretato l’approvazione automatica della richiesta di variante formulata dal Comune.

A richiedere al Cru un pronunciamento immediato sulla spinosa questione ed evidenziare inoltre che l’opera fosse stata approvata soltanto in via provvisoria per il G7 era stata la Soprintendenza di Messina, che da tempo si è opposta alla trasformazione dell’opera in un insediamento permanente “per motivazioni paesaggistici ed ambientali” e che aveva, altresì, sollevato la necessità di anticipare il possibile sopraggiungere del silenzio-assenso. Oltre alle Belle Arti, contrarietà all’elipista era stata ribadita a più riprese dal Cvsm (ente gestore della limitrofa piscina comunale), che ritiene non sussistano le condizioni per approvare la variante richiesta dal Comune e nei giorni scorsi aveva scritto al Cru evidenziando che i terreni dove sorge l’elipista sono gli stessi della piscina e pertanto l’intera area sarebbe da considerarsi in gestione sino al 2026 al Cvsm.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.