Tappeto rosso di Miccichè e Romano a Musumeci dopo il congresso di #DiventeràBellissima :ilSicilia.it

Le reazioni alle parole del governatore

Tappeto rosso di Miccichè e Romano a Musumeci dopo il congresso di #DiventeràBellissima

di
25 Febbraio 2019

Puntare al centro come spazio politico oggi privo di riferimenti, no al sovranismo e neutralità alle elezioni europee di maggio. Questi sono i tre punti dell’agenda di #DiventeràBellissima che Nello Musumeci ha illustrato a Catania durante il suo discorso al congresso del movimento da lui fondato. Dichiarazioni che hanno fatto capire come il Presidente della Regione, almeno per il momento, non guardi a Lega e Fratelli d’Italia come possibili interlocutori per un’alleanza, quanto più ai partiti tradizionalmente moderati.

E proprio da alcuni esponenti moderati siciliani arriva il plauso alle parole di Musumeci. Gianfranco Micciché, commissario regionale di Forza Italia, è uno fra questi. Il Presidente dell’Ars ricorda su facebook la convention moderata autunnale al Costa Verde e scrive : “Quando a novembre scorso ci incontrammo a Cefalù, l’alleanza che sostiene il Governo regionale compì il primo passo verso un nuovo progetto politico unitario per il centrodestra. Liberali, moderati, destra sociale, cattolici, autonomisti, insieme e uniti per un programma all’insegna del ‘buon governo’, un argine costruttivo alla deriva sovranista e populista. A Catania il presidente Nello Musumeci ha ribadito che quel passo è ormai compiuto e non si torna indietro. Nello – conclude Micciché –, io ci sono e con me tutta Forza Italia“.

Se quello dei leader moderati siciliani a Musumeci non è un tappeto rosso, poco ci manca. Micciché, infatti, non è il solo ad accogliere con favore le parole di Musumeci. Anche il leader di Cantiere Popolare Saverio Romano plaude all’uscita del governatore: “Il no al sovranismo di Nello Musumeci – afferma l’ex ministro – è una bellissima notizia che non mi sorprende perché conosco e apprezzo da sempre la sua lungimiranza e intelligenza politica. Sapere di poter contare, in prospettiva, sull’apporto di Musumeci e del suo movimento – prosegue Romano – nel progetto di rafforzamento del centro è cosa che mi riempie di entusiasmo perché il nostro Paese deve uscire dalla perversa spirale della demagogia populista e riprendere il dialogo che e’ fatto di buon senso e di responsabilità. C’è uno spazio politico da coprire e da presidiare ed è quello del centro: serve l’apporto di tutti coloro che non si riconoscono negli estremismi e nella propaganda sovranista ed antieuropea – conclude – Rimbocchiamoci le maniche“.

LEGGI ANCHE:

#DiventeràBellissima vira al Centro. Musumeci: “No al sovranismo. Neutrali alle Europee” | Video e foto

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin