Targa Florio 2020, gara rinviata a data da destinarsi :ilSicilia.it

L'arresa al Covid-19

Targa Florio 2020, gara rinviata a data da destinarsi

di
26 Marzo 2020

Anche la gara più antica del mondo si arrende al Covid-19, la 104esima edizione della Targa Florio è stata rinviata a data da destinarsi.

Era inizialmente prevista quale terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally, dopo il Rally del Ciocco, Valle del Serchio e le 1000 Miglia, competizioni già rinviate.

Gli organizzatori di Automobile club Palermo fino all’ultimo hanno ottimisticamente tenuto ferma l’iniziale data dal 7 al 9 maggio e, anche se per necessità si sono arresi, già stanno individuando il nuovo appuntamento per il prossimo autunno.

Siamo grandi appassionati, ma allo stesso tempo persone responsabili – afferma Angelo Pizzuto, presidente dell’Automobile club Palermo – la gara più antica del mondo deve essere intanto accessibile a tutti, siciliani e non, essendo dal 1906 una grande festa mondiale dello sport. E deve essere possibile per tutti viverla in sicurezza e con serenità”.

E’ pertanto, con grande dispiacere – conclude il presidente -, ma con altrettanta fermezza e determinazione, che in accordo con Acisport, ho deciso di rinviare la 104esima edizione della Targa Florio a data da destinarsi. Cercheremo di recuperare la gara non appena l’emergenza e le sue restrizioni saranno alleggerite, magari entro il prossimo autunno come speriamo tutti.”

La Targa Florio è stata voluta, creata, finanziata e organizzata dal giovane imprenditore siciliano Vincenzo Florio che, sin da subito, era stato affascinato dal nuovo mezzo di locomozione del ‘900.  Precedentemente, aveva già partecipato ad alcune competizioni di inizio secolo e aveva istituito, nel 1905, la Coppa Florio.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin