Teatro comunale di Siracusa: la Regione stanzia i fondi per l'ammodernamento :ilSicilia.it
Siracusa

placet ad un progetto da 215 mila euro

Teatro comunale di Siracusa: la Regione stanzia i fondi per l’ammodernamento

di
29 Dicembre 2020

Via libera della Regione Siciliana al progetto per il maquillage del Teatro comunale di Siracusa. L’annuncio dell’avvenuta assegnazione delle somme è stato dato dal sindaco di Siracusa, Francesco Italia.

“E’ stato pubblicato il decreto di finanziamento da 215 mila 668 euro per il progetto presentato dal Comune di Siracusa alla Regione Siciliana che consentirà l’ammodernamento del Teatro Comunale”.

Il primo cittadino ha espresso soddisfazione per una notizia che imprime una svolta sul futuro di un bene che rappresenta un punto cardine dell’offerta culturale che l’Esecutivo di Siracusa intende mettere in campo anche e soprattutto in vista della difficile sfida del dopo-pandemia in cui la città sarà chiamata a lottare, con tutte le proprie forze e affidandosi alle sue tante bellezze, per il superamento della crisi determinata da questo anno di emergenza. Soddisfatto per l’esito di questo iter finanziato dalla Regione anche l’assessore alla Cultura del Comune di Siracusa, Fabio Granata.

“Nel dettaglio – ha aggiunto il sindaco Italia – il progetto prevede importanti interventi per la riqualificazione e il potenziamento degli impianti acustici e delle luci di scena, e per gli arredi della scenografia”.

Il Teatro comunale di Siracusa è uno dei gioielli del patrimonio storico e culturale della città, un edificio sito nella zona di Ortigia e dedicato alle opere teatrali. Venne inaugurato nel 1897, rimase in funzione sino al 1962 quando venne chiuso per lavori di manutenzione, e riaperto poi agli spettacoli parecchi anni dopo, il 26 dicembre 2016.

Il teatro ha un aspetto imponente. L’ingresso principale presenta un ampio porticato per la sosta delle carrozze. Le facciate sono decorate con maschere teatrali e simboli delle muse. All’interno un ampio foyer dà accesso alla direzione, al guardaroba, all’ingresso della platea, al caffè e a sinistra e a destra alle scale dei palchi. La sala principale poteva ospitare 700 spettatori su erano tre ordini di palchi, il loggione con le panche e un ampio palcoscenico, con il ridotto, i camerini e un’orchestra. Oggi sono previsti posti per 500 persone.

I dipinti furono realizzati da Giuseppe Mancinelli come la volta centrale dal titolo Dafne in un bosco popolato di ninfe (una rappresentazione allegorica con uno sfondamento illusionistico del tetto), i medaglioni monocromi del vestibolo e i parapetti con i putti reggifestoni. Le decorazioni pittoriche vennero realizzate da Gustavo Mancinelli (figlio di Giuseppe).

Le decorazioni in gesso invece sono opera di Rocco Enea e Giuseppe Lentini. I fregi in legno e e cartapesta sono di Giuseppe Nicolini. L’intero complesso delle decorazioni ha dei richiami classici, con ad esempio delle medaglie di illustri personaggi siracusani (ingresso del teatro). Il teatro ha vissuto diversi vicissitudini e non ultima quando venne colpito il 15 dicembre 2018 da un fulmine, che provocò la caduta di alcune tegole e bruciò l’intero impianto elettrico.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin