Teatro di Messina: Orazio Miloro vicino alla guida dell'ente :ilSicilia.it
Messina

prenderebbe il posto di Luciano Fiorino

Teatro di Messina: Orazio Miloro vicino alla guida dell’ente

di
20 Febbraio 2019

Al teatro di Messina il prossimo presidente dell’ente potrebbe essere Orazio Miloro, che prenderebbe il posto di Luciano Fiorino, questa nomina potrebbe arrivare a breve e sbloccherebbe uno stallo che prosegue da mesi, al teatro Vittorio Emanuele di Messina.

L’ex assessore al Bilancio della giunta Buzzanca raggiungerebbe, così, un altro componente di quella Amministrazione, Gianfranco Scoglio, attuale soprintendente del Teatro.

Il decreto è prossimo alla firma dell’assessore al Turismo Sandro Pappalardo e pare avere il parere positivo anche dell’amministrazione comunale guidata da Cateno De Luca.

Al sindaco, invece, spetterebbero le nomine degli altri due componenti del Cda, uno in rappresentanza del Comune e uno della Città metropolitana.

Il nuovo Cda, una volta ufficializzato e insediato, dovrà pensare alla nomina dei direttori artistici, gli incarichi attuali, a titolo gratuito, scadranno infatti il 6 marzo.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.