Teatro Massimo: il ritorno de "Le nozze di Figaro" con la regia di Chiara Muti | VIDEO e FOTOGALLERY :ilSicilia.it
Palermo

Dal 18 al 26 maggio

Teatro Massimo: il ritorno de “Le nozze di Figaro” con la regia di Chiara Muti | VIDEO e FOTOGALLERY

di
15 Maggio 2018

Dopo 18 anni torna in scena al Teatro Massimo di Palermo il capolavoro di Wolfgang Amadeus MozartLe nozze di Figaro” frutto di una coproduzione tutta made in Sud, che vede coinvolti il Teatro Petruzzelli di Bari e il San Carlo di Napoli.

L’Opera, la prima che il genio austriaco scrisse in italiano con il librettista Lorenzo Da Ponte, su testo di Beahmarchaisdebutterà venerdì 18 maggio con repliche fino al 26.

Le nozze di Figaro” è un’opera buffa in quattro atti andata in scena la prima volta nel 1786, dopo aver superato ostacoli e intrighi orditi dalla corte asburgica; la stessa censura non impedì che si arrivasse in breve tempo al successo sui palcoscenici di Vienna e Praga.

chiara-muti

A dirigere l’orchestra e il coro del Teatro Massimo sarà il direttore musicale Gabriele Ferro, alla regia Chiara Muti; Ezio Antonelli ha realizzato le scene, Alessandro Lai i costumi e Vincent Longuemare il progetto luci.

Questo capolavoro ha un testo unico – ha detto Chiara Mutie ho cercato di ricreare l’impatto che lo stesso ebbe sugli spettatori dell’epoca, per la sua modernità, fondata sulla considerazione che ogni uomo nasce libero. Fulcro in scena sarà una pedana centrale in continuo movimento, metafora, insieme alle scale, dei cambiamenti sociali che si andranno a realizzare“.

Tutta l’opera si configura come un dialogo tra desiderio e amore, presenti in scena fin dal principio e declinati in tutte le forme possibili. “Le nozze di Figaro” disegnano l’uomo per quello che è, con vizi e virtù: la miseria della natura umana e allo stesso tempo la grandezza che l’uomo ha nel far fronte al proprio destino e nel perdonarsi, nonostante tutto.

In scena ci saranno: Simone Alberghini (Conte d’Almaviva), Mariangela Sicilia (contessa d’Almaviva); la coppia Susanna-Figaro è interpretata da Maria Mdryak e Alessandro Luongo e nel ruolo en travesti di Cherubino vi è Paola Gardina. Completano il cast: Laura Cherici (Marcellina), Emanuele Cordaro (Don Bartolo), Bruno Lazzaretti (Don Basilio), Giorgio Trucco (Don Curzio), Daniela Cappiello (Barbarina) e Matteo Peirone (Antonio); Orchestra e Coro del Teatro Massimo, Maestro del Coro Piero Monti, Maestro al fortepiano Giacomo Gati.

Sulla scia degli insegnamenti del suo maestro Giorgio Strehler, a cui tiene fede, la regista ha voluto mantenere l’impronta originale dell’Opera che ha definito “una macchina teatrale perfetta“.

GUARDA LA FOTOGALLERY DELLE PROVE IN ALTO e IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE CON GLI ARTISTI

 

  • Foto di scena di Rosellina Garbo.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.