Teatro Massimo, per la stagione concertistica l'oratorio "Il diluvio universale" | FOTOGALLERY :ilSicilia.it

Teatro Massimo, per la stagione concertistica l’oratorio “Il diluvio universale” | FOTOGALLERY

11 Maggio 2018
'
'
'
'
'
'
'

Per la stagione concertistica del Teatro Massimo il 14 maggio, alle ore 20.30, nella Sala Grande verrà eseguito “Il diluvio universale” oratorio del 1682 di Michelangelo Falvetti, maestro di cappella prima a Palermo e poi Messina, dove appunto è conservato il manoscritto originale dell’oratorio, uno dei pochissimi conservati in Sicilia, che sarà eseguito nell’edizione curata da Nicolò Maccavino.

A dirigere l’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori sarà uno specialista del repertorio barocco, Ignazio Maria Schifani, docente di Teoria e Prassi del Basso Continuo presso il dipartimento di musica antica del Conservatorio di Palermo; solisti vocali saranno i soprani Francesca Cassinari e Jennifer Schittino, il contralto Adriana Di Paola, il tenore Luca Dordolo e il basso Salvo Vitale.

Il Coro del Conservatorio Bellini di Palermo sarà diretto da Fabio Ciulla, mentre il Coro di voci bianche del Teatro Massimo sarà diretto da Salvatore Punturo.

I Fratelli Mancuso eseguiranno inoltre due brani da loro appositamente composti ispirandosi all’oratorio di Falvetti e alla musica tradizionale siciliana, Lamentazione e La scinnuta.

Si tratta di un progetto sostenuto dal Dipartimento per la Formazione Superiore e la Ricerca del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e realizzato in collaborazione con il Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo.

Sabato 12, alle ore 17, in Sala ONU verrà presentato il volume “Il Teatro Massimo: Architettura, arte e musica a Palermo” a cura di Maria Concetta Di Natale con testi di Paola Barbera, Ivana Bruno, Giovanni Fatta, Massimiliano Marafon Pecoraro, Floriana Tessitore.

Francesco Giambrone

Interverranno l’assessore alla Cultura del Comune di Palermo Andrea Cusumano, il sovrintendente del Teatro Massimo Francesco Giambrone, Mario Azzolini, Dario Oliveri e Maria Antonietta Spadaro. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Domenica 13, invece, debutterà la Kids Marching Band, in occasione de “La Domenica Favorita 2018“; presso l’area “Case Rocca”, attigua allo Stadio delle Palme, la Kids Marching Band sarà in marcia, partendo da Piazza Niscemi,  tra le 10.30 e le 12.

Il pomeriggio del 14 maggio, infine, alle ore 19 in Sala ONU, si potrà prendere parte all’introduzione all’ascolto de “Il diluvio universale” a cura di Nicolò Maccavino per l’Associazione Amici del Teatro Massimo. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.