Teatro Massimo, tre soprani per "I Puritani" di Vincenzo Bellini | FOTOGALLERY :ilSicilia.it
Palermo

Debutto il 13 aprile

Teatro Massimo, tre soprani per “I Puritani” di Vincenzo Bellini | FOTOGALLERY

di
10 Aprile 2018

Debutterà il 13 aprile, al Teatro Massimo di Palermo, l’opera di Vincenzo BelliniI Puritani“, sotto la direzione di Jader Bignamini e nell’allestimento con regia, scene e costumi firmati da Pierluigi Pier’Alli, regia ripresa da Alberto Cavallotti.

Tre soprani si alterneranno nei panni di Elvira alla palermitana Laura Giordano, che canterà in occasione della prima, succederanno poi, entrambe per la prima volta sul palcoscenico del Teatro, la giovanissima Ruth Iniesta e Jessica Pratt, che arriverà direttamente da New York dove in questi giorni è impegnata al Metropolitan Opera House.

Insieme a loro i tenori Celso Albelo e Shalva Mukeria nel difficilissimo ruolo di Arturo, i baritoni Julian Kim e Giorgio Caoduro (Riccardo) e i bassi Nicola Ulivieri e Ugo Guagliardo (Giorgio).

I Puritani” sono l’ultima opera di Bellini, composta a Parigi su libretto dell’esule Carlo Pepoli e rappresentata con grande successo al Théâtre Royal Italien di Parigi il 24 gennaio 1835. Pochi mesi dopo, il 23 settembre, Bellini moriva a Puteaux presso Parigi, e nel dicembre dello stesso anno l’opera debuttava in Italia, eseguita contemporaneamente al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro Ducale di Parma e al Teatro Carolino di Palermo.

Nel 1836 Gioachino Rossini inviò a Palermo all’avvocato Filippo Santocanale, amico fraterno di Bellini, la partitura autografa de “I Puritani“; e Santocanale poi la donò al Comune di Palermo, dove è tuttora conservata presso la Biblioteca Comunale.

Avendo deciso di eseguire “I Puritani” nell’edizione critica curata da Fabrizio Della Seta, il Teatro Massimo ha ottenuto dalla Biblioteca Comunale di Palermo il prestito della partitura autografa di Bellini, che sarà esposta al pubblico nel Foyer in occasione delle recite dell’opera.

Come già noto, per ragioni di salute Nadine Sierra non potrà far parte del cast; l’artista ha mandato un messaggio al Teatro e a tutto il pubblico dolendosi di aver dovuto cancellare le recite e il suo ritorno a Palermo, al quale teneva moltissimo, e ha confermato la sua presenza già programmata per la stagione 2019.

Trattandosi di tre interessantissime interpretazioni del personaggio di Elvira, il Teatro Massimo ha deciso di triplicare gli appuntamenti trasmessi in streaming sul proprio sito; la prima di venerdì, invece, sarà trasmessa in diretta Euroradio da Radio3.

In occasione de “I Puritani” il Teatro Massimo aderisce alle celebrazioni per i cinquant’anni dalla morte di Tullio Serafin promosse dall’Archivio Storico Tullio Serafin. Il grande direttore, presente al Teatro Massimo dal 1907 con la Valchiria (prima esecuzione a Palermo) fino al 1962, vi diresse due edizioni dell’opera di Bellini, nel 1955 e nel 1961 (protagonista Joan Sutherland, regia di Zeffirelli).

In attesa dell’inaugurazione del 13 aprile, in programma due incontri per approfondire l’Opera che si terranno nella Sala ONU del Teatro.

Martedì 10 aprile (ore 18) Beatrice Monroy racconta, accompagnata nelle letture da Ester e Maria Cucinotti, la storia de I puritani, con letture di passi del libretto di Carlo Pepoli e delle fonti letterarie.

Mercoledì 11, infine, (ore 18) per l’Associazione Amici del Teatro Massimo Graziella Seminara, docente di Drammaturgia musicale presso l’Università di Catania, componente del Comitato scientifico della “Fondazione Bellini” e del Comitato direttivo del Bollettino di Studi Belliniani, curatrice della nuova edizione critica dell’epistolario belliniano, approfondirà lo studio dell’Opera.

Ingresso libero, ad entrambi gli appuntamenti, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin