Teatro Politeama, l'omaggio a Mozart dell'Orchestra Sinfonica Siciliana | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Con Rinaldo Alessandrini e Sandrine Piau

Teatro Politeama, l’omaggio a Mozart dell’Orchestra Sinfonica Siciliana | VIDEO

di
10 Gennaio 2019

Guarda il video in alto 

Torna la stagione concertistica dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che vedrà sul palcoscenico del Teatro Politeama, venerdì 11 alle 21, il direttore Rinaldo Alessandrini, alla guida dell’Orchestra, con il soprano Sandrine Piau.

Piau
Sandrine Piau

Il programma è dedicato tutto alla “divinità della Musica“: Mozart.

Quest’anno la scelta è caduta su un direttore italiano noto nel mondo per la sua specializzazione tra il Barocco e il Settecento, da Monteverdi a Vivaldi, a Mozart, e su una cantante francese di eccezionale stile e talento nello stesso repertorio.

L’accento del programma è tutto italiano, ma si conclude con una delle più felici sinfonie di Mozart, dedicata al suo amico salisburghese Siegmund Haffner.

Ecco il dettaglio delle esecuzioni musicali: dalle Nozze di Figaro, Ouverture KV 492 (Presto) Recitativo e aria di Susanna “Giunse alfin il momento – Deh, vieni, non tardar, o gioia bella”; recitativo e aria della Contessa “E Susanna non vien! – Dove sono i bei momenti”.

Dal Lucio Silla, Ouverture KV 135 (Molto allegro-Andante-Molto allegro) Recitativo e aria di Giunia  “Sposo… mia vita…ah, devo – Fra i pensieri più funesti di morte”; da Il Re pastore, Ouverture KV 208 (Molto Allegro); Aria di Aminta “L’amerò, sarò costante” Sinfonia “Haffner” n. 35 in re magg. KV 385 (Allegro con spirito Andante, Menuetto, Finale (Presto).

Dal Don Giovanni Aria e recitativo di Donna Anna: “Crudele? Ah, no, mio bene! – Non mi dir, bell’idol mio”.

Rinaldo Alessandrini
Rinaldo Alessandrini

Rinaldo Alessandrini, clavicembalista, organista e pianista, è uno dei maggiori esponenti della musica antica sulla scena internazionale; nel 2002 ha ricevuto, con il Concerto Italiano, il Premio Abbiati per la sua attività.

Sandrine Piau, nata in Francia si è formata come arpista e poi ha studiato canto al Collège Lamartine e al Conservatoire National Supérieur de Musique du Paris. È conosciuta soprattutto per i suoi ruoli nell’opera barocca, avendo lavorato con William Christie al Festival di Aix-en-Provence. Ha collaborato con molti dei principali direttori europei del revival barocco, tra cui Marc Minkowski , Philippe Herreweghe , Paul McCreesh , Alan Curtis , Christophe Rousset , René Jacobs e Fabio Biondi.

Nel 2006 è stata nominata Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dal governo francese.

Il concerto replicherà sabato 12 gennaio alle 17,30; ulteriori informazioni sul sito della Fondazione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin