Teatro Politeama, l'omaggio a Mozart dell'Orchestra Sinfonica Siciliana | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Con Rinaldo Alessandrini e Sandrine Piau

Teatro Politeama, l’omaggio a Mozart dell’Orchestra Sinfonica Siciliana | VIDEO

di
10 Gennaio 2019

Guarda il video in alto 

Torna la stagione concertistica dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che vedrà sul palcoscenico del Teatro Politeama, venerdì 11 alle 21, il direttore Rinaldo Alessandrini, alla guida dell’Orchestra, con il soprano Sandrine Piau.

Piau
Sandrine Piau

Il programma è dedicato tutto alla “divinità della Musica“: Mozart.

Quest’anno la scelta è caduta su un direttore italiano noto nel mondo per la sua specializzazione tra il Barocco e il Settecento, da Monteverdi a Vivaldi, a Mozart, e su una cantante francese di eccezionale stile e talento nello stesso repertorio.

L’accento del programma è tutto italiano, ma si conclude con una delle più felici sinfonie di Mozart, dedicata al suo amico salisburghese Siegmund Haffner.

Ecco il dettaglio delle esecuzioni musicali: dalle Nozze di Figaro, Ouverture KV 492 (Presto) Recitativo e aria di Susanna “Giunse alfin il momento – Deh, vieni, non tardar, o gioia bella”; recitativo e aria della Contessa “E Susanna non vien! – Dove sono i bei momenti”.

Dal Lucio Silla, Ouverture KV 135 (Molto allegro-Andante-Molto allegro) Recitativo e aria di Giunia  “Sposo… mia vita…ah, devo – Fra i pensieri più funesti di morte”; da Il Re pastore, Ouverture KV 208 (Molto Allegro); Aria di Aminta “L’amerò, sarò costante” Sinfonia “Haffner” n. 35 in re magg. KV 385 (Allegro con spirito Andante, Menuetto, Finale (Presto).

Dal Don Giovanni Aria e recitativo di Donna Anna: “Crudele? Ah, no, mio bene! – Non mi dir, bell’idol mio”.

Rinaldo Alessandrini
Rinaldo Alessandrini

Rinaldo Alessandrini, clavicembalista, organista e pianista, è uno dei maggiori esponenti della musica antica sulla scena internazionale; nel 2002 ha ricevuto, con il Concerto Italiano, il Premio Abbiati per la sua attività.

Sandrine Piau, nata in Francia si è formata come arpista e poi ha studiato canto al Collège Lamartine e al Conservatoire National Supérieur de Musique du Paris. È conosciuta soprattutto per i suoi ruoli nell’opera barocca, avendo lavorato con William Christie al Festival di Aix-en-Provence. Ha collaborato con molti dei principali direttori europei del revival barocco, tra cui Marc Minkowski , Philippe Herreweghe , Paul McCreesh , Alan Curtis , Christophe Rousset , René Jacobs e Fabio Biondi.

Nel 2006 è stata nominata Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dal governo francese.

Il concerto replicherà sabato 12 gennaio alle 17,30; ulteriori informazioni sul sito della Fondazione.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.