Teatro, via al progetto "Amunì". Selezioni aperte per artisti e personale tecnico :ilSicilia.it
Palermo

Prima tappa verso la formazione di una "Compagnia dei migranti"

Teatro, via al progetto “Amunì”. Selezioni aperte per artisti e personale tecnico

di
22 Maggio 2017

Un progetto teatrale che selezionerà l’intero gruppo artistico e tecnico per la realizzazione di uno spettacolo in tutti i suoi aspetti: artistici, produttivi e promozionali.

L’open callAmunì” è tutto questo ma anche di più.

Il progetto, ideato da Giuseppe Provinzano e curato dalla compagnia Babel Crew, è incentrato sul tema della migrazione, declinato in tutte le sue possibilità pratiche e teoriche, e ha come finalità una produzione artistica di una pièce teatrale tratta dal testo “La putain respecteuse”, di Jean-Paul Sartre.

Fino al 30 maggio attori, performers, musicisti, scenografi, costumisti, tecnici di palcoscenico, addetti all’organizzazione, alla produzione e alla comunicazione del teatro e degli eventi culturali, potranno presentare la loro candidatura (www.babelcrew.org/teatro e pagina facebook “Progetto Amunì”). Saranno valutati i titoli e l’esperienza ma verranno prese in considerazione anche figure con poca esperienza ma con una forte motivazione rispetto al concept del progetto, soprattutto le candidature dei cittadini stranieri migranti residenti a Palermo.

Dopo le selezioni è prevista una prima fase di lavori con alcuni laboratori multidisciplinari (dal 5 al 23 giugno presso il Teatro Montevergini) e una seconda fase  che vedrà la realizzazione dello spettacolo (dal 26 giugno al 26 luglio), con debutto a Palermo a fine luglio prossimo.

“Amunì” è la prima tappa di un percorso che vorrebbe giungere, nei prossimi anni, alla costituzione di una realtà artistica “Compagnia dei migranti”.

L’iniziativa, riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, è inserita nel progetto MigrArti 2017, che premia i progetti capaci di coniugare qualità artistica e integrazione sociale tra soggetti migranti e diverse realtà del territorio nazionale.

Il progetto è sostenuto da altre realtà cittadine, che daranno il loro contributo nello sviluppo delle diverse fasi del progetto: PerEsempio, MoltiVolti, Centro Astalli – Palermo, PYC_Palermo Youth Center, The Factory e CSF_ Cooperazione Senza Frontiere, da sempre in prima linea sui temi legati all’accoglienza e alle politiche per i cittadini stranieri, con il sostegno del Teatro Biondo di Palermo.

La compagnia palermitana Babel Crew è stata scelta dal Ministero insieme a Sutta Scupa di Palermo e Isola Quassùd di Catania.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.