Tecnis, l'allarme dei sindacati: "Situazione drammatica. Anello ferroviario fermo" :ilSicilia.it
Palermo

Restano solo 11 operai sui 43 iniziali. Senza stipendio da gennaio

Tecnis, l’allarme dei sindacati: “Situazione drammatica. Anello ferroviario fermo”

di
27 Giugno 2017
Tecnis Fillea proteste

Manifestazione dei lavoratori dell’Anello ferroviario, questa mattina dalle 9 alle 11:30, a piazza Pretoria, per chiedere l’intervento dell’Amministrazione comunale per fare chiarezza sullo stato del cantiere della Tecnis.

I lavori procedono sempre più al rallentatore: all’opera presto resteranno solo 11 operai, sui 43 iniziali: altri 7 contratti a tempo indeterminato scadranno a fine giugno.

“Con 22 lavoratori in meno l’opera non può andare avanti. Gli 11 lavoratori che restano a stento riusciranno a garantire la sicurezza del cantiere. È una situazione drammatica – dichiarano Ignazio Baudo, Paolo D’Anca e Francesco Piastra, di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Palermo – . Chiediamo al sindaco Orlando di sollecitare un vertice in Prefettura con l’intervento del commissario della Tecnis Saverio Ruperto e del ministero delle Infrastrutture Delrio, affinché dall’azienda e dal governo arrivi un input chiaro sulla gestione dell’opera. Il cantiere o riparte o chiude”.

Intanto i lavoratori continuano a non percepire il salario. Avanzano diversi stipendi: da gennaio 2017 al mese di maggio (hanno ricevuto solo l’acconto di aprile). “Abbiamo già chiesto nei giorni scorsi il coinvolgimento del prefetto. Stamattina – aggiungono Baudo, D’Anca e Piastra – siamo stati ricevuti dalla nuova amministrazione. Il cantiere ha un forte impatto in città: occorre una spinta affinché riparta. Dal nuovo commissario straordinario attendiamo la messa in atto degli adempimenti amministrativi e finanziari per consentirne il rilancio del cantiere”.

 

Francesco Raffa (comitato Amari cantieri)

Sulla vertenza Tecnis interviene a muso duro Francesco Raffa, dell’Associazione Amari Cantieri: «Ma è mai possibile che a -27 giorni dalla data di consegna prevista dell’opera (24/07/2017) si possa ancora dare ascolto a chi non è stato capace di arrivare neanche al 15% di esecuzione della stessa? Attendiamo con trepidazione la relazione annuale dell’Anac… ne vedremo delle belle!»

«Intanto hanno chiuso 14 attività commerciali e quelle superstiti – lamenta – versano in gravissime condizioni. L’Amministrazione comunale se dà ascolto agli operai non fa altro che il gioco di un’azienda che ha distrutto il tessuto sociale in prossimità dei cantieri ed in tale modo aggraverebbe le già gravissime responsabilità ad essa ascrivibili. I tempi per la richiesta del risarcimento del danno sono maturi. Chiameremo a rispondere, in solido, Amministrazione comunale (Committente), Italferr (stazione appaltante) e Tecnis SPA (appaltore)».

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin