Telefonate di Crocetta e Lumia per Fiumefreddo all'Asm? "Ecco la verità" :ilSicilia.it
Messina

il sindaco di Taormina Bolognari interviene sui rumors

Telefonate di Crocetta e Lumia per Fiumefreddo all’Asm? “Ecco la verità”

di
30 Agosto 2019

La nomina di Antonio Fiumefreddo al vertice dell’Azienda Servizi Municipalizzati di Taormina, con l’incarico di commissario liquidatore conferitogli nelle scorse ore dal Consiglio comunale, fa già discutere e prima ancora dell’insediamento sta suscitando forti fermenti negli ambienti politici locali e non soltanto.

Sull’argomento sono emersi, infatti, già da qualche settimana alcuni rumors per i quali la nomina dell’ex presidente di Riscossione Sicilia alla guida dell’Asm di Taormina sarebbe stata proposta o richiesta – a seconda dei casi – dall’ex presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta e dall’ex senatore Beppe Lumia.

Voci che in Consiglio comunale sono state smentite dal sindaco di Taormina, Mario Bolognari, che nel suo intervento sulla situazione di Asm e sulla decisione della maggioranza di incaricare l’ex presidente di Riscossione Sicilia ha evidenziato che “si tratta di una scelta fatta dai consiglieri di maggioranza”.

Crocetta e Fiumefreddo

“Il nome di Fiumefreddo – ha detto Bolognari non mi è stato suggerito da nessuna telefonata. Non c’è Crocetta e non c’è Lumia. La scelta è nata all’interno del gruppo consiliare. Conosco Fiumefreddo e lui conosceva me. L’ho incontrato e abbiamo valutato la fattibilità di questo passaggio. Il punto essenziale è se siamo in grado di revocare nel più breve tempo possibile la liquidazione e chi può farlo? Su tutto il resto, ripeto, sono state fatte dietrologie nate a Catania e trasferite a Taormina, c’è chi ha parlato del senatpre Beppe Lumia ma non esiste nulla e a queste allusioni non si può dare alcun credito”.

“L’avvocato Fiumefreddo – ha aggiunto Bolognari – sa come si imposta una delibera per revocare la liquidazione e ha già detto di accettare a tempo e che la sua attività sarà finalizzata alla revoca della liquidazione. Prima arriviamo a quella revoca e alla nomina di un Cda e meglio è per tutti, per il Comune e per la sua salute finanziaria e anche per il passato, del quale un giorno ci sarà qualcuno che terrà conti”.

 

LEGGI ANCHE:

Fiumefreddo nominato nuovo liquidatore di Asm Taormina

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin