Telefono Amico compie cinquant'anni, a Palermo il congresso nazionale :ilSicilia.it
Palermo

Dal 10 al 12 novembre

Telefono Amico compie cinquant’anni, a Palermo il congresso nazionale

di
8 Novembre 2017

Cinquant’anni di attività per il Telefono Amico, consolidata organizzazione di volontariato, da sempre promotrice della cultura e dell’ascolto. Il raggiungimento di questo importante traguardo sarà celebrato durante il XXXI Congresso Nazionale, che si terrà a Palermo dal 10 al 12 novembre nei locali dell’NH Hotel.

Cittadini e volontari potranno prendere parte eccezionalmente all’incontro di venerdì 10 novembre, alle 17, presso Foro Italico Umberto I, 22/B, ove una relazione introduttiva di Daniele La Barbera, docente dell’Università degli Studi di Palermo, e una tavola rotonda sul tema “La sfida invisibile delle Associazioni di volontariato: comunicazione e ascolto” ne faranno da padrona.

Qui, dietro la moderazione del Dott. Nunzio Bruno, responsabile della comunicazione di Cesvop (Centro servizi per il volontariato di Palermo), interverrà l’associazione culturale SICILIANDO Style, nonché: ADA (Associazione per i diritti degli anziani), ANIMU (Associazione Nazionale Interpreti di Lingua dei Segni Italiana), ASTALLI (centro d’accoglienza per immigrati, richiedenti asilo, rifugiati), ASVOPE (associazione di volontariato penitenziario), CADO (centro di ascolto Don Orione) e PENSIAMO POSITIVO (associazione di clown volontari di corsia).

Il congresso è stato organizzato con il supporto di Cesvop e vanta il patrocinio del Comune di Palermo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.