Tentata concussione, condannato il presidente del Consiglio comunale di Palermo Totò Orlando :ilSicilia.it

il fatto

Tentata concussione, condannato il presidente del Consiglio comunale di Palermo Totò Orlando

di
27 Ottobre 2021

La terza sezione del Tribunale di Palermo ha condannato a un anno e sei mesi, pena sospesa, il presidente del Consiglio comunale del capoluogo siciliano, Salvatore Orlando, detto Totò. E’ accusato di tentata concussione per avere cercato di ottenere la nomina di un dirigente, Antonino Rera, pure lui sotto processo, ma per favoreggiamento: e lui è stato invece assolto per avere ritrattato le dichiarazioni ritenute false, con cui aveva cercato di agevolare Orlando.

Nel giudizio, celebrato dal collegio presieduto da Fabrizio La Cascia, i pm Claudia Bevilacqua e Giovanni Antoci avevano chiesto 3 anni e 6 mesi per Orlando, difeso dall’avvocato Roberto Mangano, e due per l’altro imputato, assistito dagli avvocati Monica Genovese e Toto Cordaro. L’inchiesta era legata alla selezione del responsabile dell’ufficio di consulenza giuridico amministrativa del Consiglio comunale.

Secondo l’accusa, Totò Orlando avrebbe cercato di far nominare Rera, esercitando pressioni su due componenti della commissione, Serafino Di Peri e Dario Gristina. Le pressioni non furono raccolte e dopo che lo scandalo venne fuori fu scelto Nicolo’ Giuffrida. Di Peri si era costituito parte civile, con l’assistenza degli avvocati Mauro Torti e Corrado Nicolaci, sostenendo di essere stato costretto a lasciare in anticipo i propri incarichi al Comune, perché mobbizzato a causa della vicenda. A Di Peri toccherà un risarcimento del danno. Salvatore Orlando rischia ora di essere sospeso dall’incarico di presidente e di consigliere comunale, per effetto dell’applicazione della legge Severino, sebbene a tal proposito, secondo quanto riporta un parere del dipartimento Affari interni e territoriali del ministero dell’Interno, “Il tentativo di concussione in quanto reato autonomo, non può essere assimilato al corrispondente delitto consumato”, e pertanto potrebbe non doversi applicare la sospensione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin