10 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.40
Palermo

terremoto politico

Termini, “favori in cambio di voti”: 37 sotto inchiesta, indagati pure Cordaro e Aricò

19 Febbraio 2019

Sono ben 37 gli indagati dalla procura di Termini Imerese (PA) per presunto voto di scambio e corruzione elettorale. Tra i coinvolti, perfino un assessore del governo Musumeci: si tratta di Toto Cordaro (delega al Territorio); ma c’è anche il capogruppo all’Ars di Diventerà Bellissima Alessandro Aricò.

Tra gli altri figurano gli esponenti della Lega in Sicilia, Alessandro Pagano e Angelo Attaguile; i due esponenti del Carroccio sono stati coinvolti nella vicenda che già lo scorso anno aveva visto indagati i fratelli Salvino e Mario Caputo che rispondono anche del reato di “inganno elettorale” per sostituzione virtuale di persona alle Regionali 2017. La postilla di Mario Caputo era detto Salvino. Episodi, sui quali il tribunale del riesame ha, poi, dato ragione proprio ai fratelli Caputo.

La procura e i carabinieri di Termini, intanto, hanno raddoppiato gli indagati, che salgono a 37. Grazie all’uso di intercettazioni si evidenzierebbero promesse elettorali di ogni genere: posti di lavoro, trasferimenti di sede, aiuti per entrare alla facoltà di medicina e infermieristica, e molto altro.

Tra i nomi di coloro che figurano indagati c’è anche il sindaco di Termini Imerese Francesco Giunta. Gli altri sono: Benito Vercio, di Caltavuturo, ritenuto un procacciatore di voti, 63 anni; l’ex assessore comunale di Termini Maria Loredana Bellavia, 55; Teresa Macaluso, 53; Giuseppe Pileri, 46 anni; Giacomo Carlisi, 38; Santina Sodaro, 54 anni; Giovanna Muscarella, 45; Pietro Corso, 42;  Angelo Scaglione, 63; Salvatore Caltagirone, 55; Antonino Butera e Liborio Pusateri, di 55 anni ciascuno; Vito Patanella; Giuseppe Di Blasi, 44; Nicola Santovito, 60; Salvatore Cammarata, 44; Salvatore Carollo, Antonello Ambra e Gioacchino Orlando; Stefano Vinci, di Scillato, 51 anni; Annalisa Rio, 31; Agostino Rio, 62; Sergio Tucciarello, 39 anni; Davide Tucciarello, 37; Maria Antonia Tucciarello Scarcipino, 50 anni.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.