Ternullo (FI): "Fa piacere che la mia osservazione sia stata accolta e che Musumeci la perseguirà" :ilSicilia.it

il fatto

Ternullo (FI): “Fa piacere che la mia osservazione sia stata accolta e che Musumeci la perseguirà”

di
26 Settembre 2021

Apprendo con soddisfazione che il capogruppo di Diventerà Bellissima all’Ars, a nome del presidente Musumeci prenda le distanze, anzi condivida quanto da me sollevato in merito alla Centrale unica di committenza. Come ho avuto moto di ribadire in Commissione UE, sarebbe la pietra tombale sulla progettazione degli Enti Locali. Costretti ad attese bibliche, non riuscirebbero a spendere al meglio le risorse a loro destinatate. Dunque, la consapevolezza che il Governo regionale non percorrerà questo vicolo cieco mi tranquillizza. Da deputata e amministratore locale, conosco bene i problemi di un Comune. Scongiurare il rischio di accentrare gli appalti non è pertanto una possibilità, è un’esigenza“. Lo afferma la parlamentare di Forza Italia all’Ars, Daniela Ternullo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin