Terremoti politici e inchieste delle Iene: ecco l'annus horribilis dei disabili gravi in Sicilia [VIDEO] :ilSicilia.it
Palermo

Il post su facebook

Terremoti politici e inchieste delle Iene: ecco l’annus horribilis dei disabili gravi in Sicilia [VIDEO]

di
31 Dicembre 2017

“AUGURI DI UN SERENO 2018”.

Inizia così il lungo post su Facebook dei disabili gravi siciliani, riuniti nella pagina “Siamo handicappati, no cretini” che quest’anno è stato al centro della cronaca politica per il caso sollevato dalle Iene, che ha portato prima alle dimissioni dell’assessore Gianluca Miccichè, poi al terremoto politico per Rosario Crocetta, incalzato più volte dagli interventi di Pif.

«È stato un anno difficile – prosegue il post – molto pesante ma che ha iniziato a dare i suoi frutti. Dalle dimissioni dell’innominabile assessore (tre servizi di Cristiano Pasca a Le Iene che hanno dato il via al tutto), all’inizio di una protesta dura, forte, serrata. La prima manifestazione con PIF e il supporto di tutto il mondo dello spettacolo Ficarra e Picone, Fiorello, Lorenzo Jovanotti Cherubini, Dalia Gaberscik, Lorenzo Fragola, ecc… (scusateci se dimentichiamo qualcuno). Il video messaggio al presidente Mattarella (IN ALTO) che ci ha risposto dopo appena 8 ore.
E poi… le tante sedute in ARS, i numerosi documenti presentati, la concertazione con tutto il mondo della disabilità e del terzo settore ( documenti di San Cataldo, e il documento programmatico di Luglio ecc) . 
Tanti i momenti difficili: l’ARS inaccessibile, l’essere bistrattati, il vedere il sospetto nello sguardo degli altri “chi c’è dietro di voi?”, la lotta di agosto per evitare che l’assistenza venisse interrotta a Caltanissetta e Ragusa, le continue lotte alle commissioni parlamentari e poi tanti colpi bassi da parte di alcune associazioni. Tanti anche momenti di conforto: le parole dell’Arcivescovo di Palermo e dell’Imam, i vostri continui messaggi, la presenza di tante associazioni e del mondo della società civile anche alla nostra grande MARCIA PER LA DIGNITÀ
Grande anche il supporto della stampa che non finiremo mai di ringraziare Giornale di Sicilia, Live Sicilia, PalermoToday, IlSicilia.it, la Repubblica – Palermo, Tgr Rai Sicilia BlogSicilia e i tanti giornalisti che ci sono stati accanto, anche con note critiche, ma che hanno permesso di mantenere alta l’attenzione. 
Tanti anche i politici (non fanno tutti schifo come molti pensano) che hanno preso a cuore senza strumentalizzazioni la nostra causa e in questi mesi di lotta, hanno lavorato perché si iniziasse un percorso serio per il bene di tutti. A loro abbiamo sempre detto che non possiamo dire GRAZIE perché stanno facendo il loro dovere di cittadini prima ancora che di governanti, di PERSONE, prima ancora che di rappresentanti. 
Il nostro è e rimane un gruppo senza schieramento politico (è stata e continua ad essere questa la nostra forza). Con la credibilità di chi lotta senza avere nulla da perdere, ma con la forza di chi mette in gioco tutto perchè ne va della DIGNITÀ DI UN PAESE. 
La nostra forza è la sofferenza quotidiana che ci spinge a Lottare, la nostra forza è il non volere avere poltrone, ma l’ESSERCI PER TUTTI. Ed è per tutti che continuiamo a lavorare, gravi, gravissimi, noti e meno noti…

Da lunedì inizia un nuovo anno e allora a tutti VOI UN GRAZIE DI CUORE. Grazie per esserci, Grazie per continuare a supportarci anche con un solo messaggio o con il vostro incoraggiamento. 
Al nuovo Governo e al Nuovo Parlamento deponiamo la speranza di migliaia di persone che sperano davvero che le cose possano finalmente cambiare. Ci saremo con fermezza, senza fare sconti a nessuno, perché sulla vita delle persone non si può giocare. 
A tutti voi, a tutti noi, auguriamo di NON DOVERE PIU’ SENTIRCI SOLI, ma di sapere che insieme possiamo essere una potenza. Insieme possiamo, magari lentamente, ma POSSIAMO cambiare qualcosa per il rispetto della nostra DIGNITA’.

#SiamoHandicappatiNoCretini

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.