Terremoto al Comune di Palermo, il PD sospende il suo capogruppo arrestato :ilSicilia.it
Palermo

Primi provvedimenti dopo gli arresti di oggi

Terremoto al Comune di Palermo, il PD sospende il suo capogruppo arrestato

di
29 Febbraio 2020

Primi provvedimenti dopo gli arresti di stamane che stanno causando un vero terremoto all’interno del Comune di Palermo.

Il Pd ha sospeso il capogruppo del partito al consiglio comunale di Palermo Giovanni Lo Cascio, dopo il suo arresto per corruzione.

“Ho appreso con sconcerto la notizia del provvedimento cautelare, avvenuto stamattina, nei confronti di Giovanni Lo Cascio, consigliere comunale del Partito Democratico a Palermo”, dichiara in una nota il commissario regionale del Pd Siciliano Alberto Losacco, che ha provveduto a sospendere Lo Cascio. “La magistratura faccia il suo corso, avrà sempre il pieno sostegno del Partito Democratico. È necessario accertare eventuali reati e responsabilità” conclude Losacco.

Lo Cascio, 50 anni, era il presidente della Commissione Urbanistica, lavori pubblici, edilizia privata.

Giovanni Lo Cascio
Giovanni Lo Cascio

Intanto sono in corso dall’alba perquisizioni di carabinieri e finanzieri in casa degli indagati nell’operazione “Giano bifronte” che ha portato agli arresti domiciliari, per corruzione, sette persone, tra i quali i capigruppo di Iv e Pd al Comune di Palermo.

L’inchiesta investe la maggioranza che sostiene il sindaco Leoluca Orlando, alla vigilia dell’ufficializzazione delle nomine dei due assessori (per entrambi si tratta di un ritorno in giunta), Sergio Marino ed Emilio Arcuri.

 

 

LEGGI ANCHE:

“Corruzione”, arrestati due consiglieri comunali a Palermo di Pd e “Italia viva” | VIDEO

Terremoto al Comune di Palermo, il pentito: “Li Castri è persona del sindaco Orlando”

Arresti in Consiglio Comunale a Palermo, la Lega: “Orlando riferisca subito in Aula”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.