Toninelli: "Strade provinciali ad Anas". I dubbi di Falcone: "18mila chilometri sono tanti" :ilSicilia.it

Le parole dell'assessore regionale alle Infrastrutture

Toninelli: “Strade provinciali ad Anas”. I dubbi di Falcone: “18mila Km sono tanti”

di
20 Novembre 2018

Con l’Anas abbiamo già collaborato in occasione del Giro d’Italia, quando abbiamo asfaltato più di 5o chilometri di strade. Oggi stiamo lavorando insieme nella provincia di Enna, con una convenzione che vale 19 milioni e 300mila euro. Un conto, però, è intervenire su alcune decine di chilometri, altra cosa è farlo su un reticolato stradale che è di 18mila chilometri“. l’assessore regionale Marco Falcone dosa le parole con attenzione per commentare il discorso del ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Danilo Toninelli, secondo il quale “L’Anas potrebbe anche supportare gli enti locali, che sono stazioni appaltanti piccole, per lo sblocco delle progettualità“, affermando nel corso del suo giro siciliano la “progressiva acquisizione delle strade provinciali da parte di Anas, che sicuramente rispetto alle Province ha una possibilità di spesa e manutenzione nettamente maggiore“.

Marco FalconeNelle parole dell’assessore della giunta Musumeci, però, si intravede un’alone di perplessità, sebbene il componente della giunta Musumeci faccia più di una sottolineatura sugli eccellenti rapporti tra la società e la Regione: “L’Anas gestisce attualmente quattromila chilometri di strade statali – riflette Falcone – Le strade provinciali sono oltre 18mila chilometri. Se non ci si organizza bene e non si va avanti gradualmente – è la conclusione di Falcone -, tutto questo rischia di restare solo un buon auspicio“.

È facile intuire che si parlerà anche delle dichiarazioni di Toninelli, oggi, nell’incontro tra il ministro e i vertici della Regione siciliana. Ma sono tanti i temi. Non si potrà di certo eludere lo stato in cui versano le strade siciliane, in particolare dopo le recenti alluvioni, ma si dovrà discutere anche di altre questioni, come la Siracusa-Gela, la Catania Ragusa e l’acquisto di navi e aliscafi per i collegamenti marittimi. Tanta carne al fuoco che i vertici dell’amministrazione regionale non vedono l’ora di mettere sul barbecue del governo gialloverde.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 16:47