Torna a parlare il pentito Mutolo: "Dietro le scarcerazioni c'è la trattativa Stato-Mafia" :ilSicilia.it

L'EX UOMO DI COSA NOSTRA GETTA OMBRE PESANTI

Torna a parlare il pentito Mutolo: “Dietro le scarcerazioni c’è la trattativa Stato-Mafia”

di
9 Maggio 2020

Torna a parlare il pentito Gaspare Mutolo.

Il pentito, ex uomo di punta di Cosa Nostra con oltre 22 omicidi alle spalle, ha ricominciato a far sentire la sua voce dalla località segreta in cui risiede, gettando ombre pesanti sulle scarcerazioni di alcuni boss a seguito dell’emergenza covid-19.

Parole pesanti, le sue, che potrebbero portare anche all’apertura di un’istruttoria da parte della Commissione Antimafia.

In un’intervista esclusiva rilasciata all’Adnkronos, Mutolo è entrato a gamba tesa e ha parlato apertamente di “trattativa Stato-Mafia“.

E’ stata la prima cosa che ho pensato quando ho letto delle scarcerazioni dei boss – ha spiegato Mutolo -. Cioè, che ci potevano essere ancora quei patti anche se fatti in ritardo. Basti pensare a quello che sta facendo Giuseppe Graviano dal carcere. Lancia segnali con le sue dichiarazioni nel processo di Reggio Calabria. Prima non sarebbe stato immaginabile“.

Fa tutto parte della stessa strategia – spiega ha spiegato ancora lo storico collaboratore di giustizia -, la trattativa tra Stato e mafia non è mai finita. Vedrete…“. Il pentito ha inoltre definito le scarcerazioni dei boss mafiosi “una vergogna“.

Lo Stato ha perso, ma non adesso. Ha perso tempo fa, quando ha avviato la trattativa con Cosa nostra che continua tuttora“, chiosa duramente Mutolo. .

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.