Torna lo scontro Cammarata-Orlando. Duello per i lavori dell'Anello ferroviario :ilSicilia.it
Palermo

Duello a distanza tra i due per l'appalto affidato alla Tecnis

Torna lo scontro Cammarata-Orlando. Duello per i lavori dell’Anello ferroviario

di
25 Maggio 2017
orlando-vs-cammarata

Non è andato giù all’ex sindaco di Palermo, Diego Cammarata, l’ultimo attacco subito da Leoluca Orlando. L’attuale sindaco ieri ha lanciato il suo j’accuse contro l’Amministrazione Cammarata, rea, a suo dire, di aver scritto un contratto d’appalto per la Chiusura dell’Anello Ferroviario, un contratto «scritto – accusava ieri Orlando – per ottenere il minimo risultato, causando il massimo disagio ai cittadini. Un contratto adatto a lavori da realizzare in aperta campagna e non in un centro urbano. Il contratto per l’Anello ferroviario è stato sottoscritto quando il Sindaco Cammarata era Commissario straordinario per la mobilità (da ottobre 2002, ndr), con poteri e fondi straordinari. E’ un contratto “folle” che prevedeva l’occupazione simultanea di tutte le aree, senza garantire velocità dei lavori e soprattutto impedendo forme di controllo da parte del Comune e dei cittadini»

 

Ecco come replica oggi Cammarata su ilsitodisicilia.it:La mia amministrazione con la gestione dei lavori dell’Anello ferroviario ovviamente non c’entra nulla. Le delibere commissariali alle quali Orlando si riferisce – la n.20 del 27 gennaio 2004 e la n.15 del 27 giugno 2005 – sono quelle con le quali è stato approvato il progetto definitivo ed il quadro economico. Orlando è uomo colto e fine giurista, non credo che possa scambiare l’approvazione del progetto con l’approvazione del contratto. A quell’epoca non erano state neppure espletate le procedure della gara d’appalto. Il contratto per la realizzazione dell’Anello ferroviario che abbiamo trovato già sottoscritto nel 2012 con l’avallo dell’Amministrazione Cammarata sembra essere stato scritto per ottenere il minimo risultato, causando il massimo disagio ai cittadini”.

La stazione appaltante ed Ente attuatore (RFI) – continua Cammarata – fu individuata successivamente e il contratto con la Tecnis lo firmò naturalmente la stessa RFI e non evidentemente l’Amministrazione comunale. Altrimenti Orlando che ragione avrebbe oggi di chiedere la rescissione del contratto? Se il contraente fosse l’amministrazione comunale la rescissione la potrebbe fare direttamente. Ma c’è di più. Quello che è davvero sorprendente – non per me naturalmente – è che i lavori sono iniziati nel luglio del 2014. Chi ha gestito con atti deliberativi i rapporti per l’esecuzione dei lavori? Sono stati approvati dalla Giunta Orlando (con lui presente in Giunta) e sono reperibili sul sito del Comune”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.