Torna "Palermo Classica", concerti tra la Gam e lo Steri | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

direzione artistica di Arman Tigranyan

Torna “Palermo Classica”, concerti tra la Gam e lo Steri | FOTO

17 Luglio 2018
'
'
'
'
'

L’apertura ufficiale dell’ottava stagione di “Palermo Classica” registra il passaggio della direzione artistica nelle mani di Arman Tigranyan che debutta con una programmazione imponente, secondo i percorsi abituali, inserita nel cartellone di Palermo Capitale italiana della Cultura 2018.

Si comincia sabato 28 luglio alla Gam con il concerto di Viktoria Mullova, preceduto però dall’ouverture fuori programma, tutta siciliana, sabato 21, “Musiche dall’Isola” – Sicilia fra suoni antichi e panorami orchestrali” di Francesco Maria Martorana con protagonista la compagnia musicale Tango Disìu a cui si uniranno Alfio Antico, con i suoi tamburi, e la Palermo Classica Symphony Orchestra, formata per l’occasione da musicisti proveniente da tutta Italia, Russia, Polonia,  Serbia e Armenia.

Testi, musiche e memorie dal “Corpus di musiche popolari siciliane” di Alberto Favara e composizioni originali di Ignazio Buttitta, Rosa Balistreri, Alessio Tarantino, Marco Martorana, Gaetano Motisi, Michelangelo Balistreri, Francesca Amato, Giampiero Amato, Nino Nobile, Roberta Sava, Paolo Zarcone, Andrea Mancuso, Mario Cascio. Orchestrazioni di Giuseppe Vasapolli, sul podio Mauro Visconti.

Palermo Classica

Il 29 luglio inizierà la rassegna “satellite” allo Steri: con il ritorno della violinista moldava Rusanda Panfili che si unisce, per l’occasione, alla pianista polacca Julia Kociuban, per proporre un viaggio tra Ravel, Franck e Bartòk.

La serata del 2 agosto sarà dedicata a Desirée Rancatore, accompagnata dall’orchestra sinfonica di Palermo Classica diretta da Arman Tigranyan; seguiranno due appuntamenti da camera allo Steri, il 3 agosto, la pianista cinese Rexa Han ritorna per un solo recital e, il 5, si affiancherà alla violinista sud coreana Ye-Eun Choi, sul palco anche il 18 agosto alla GAM, al fianco dell’elegante pianista Sofia Vasheruk, per un concerto con l’orchestra sinfonica diretta dal giovane e talentuoso italiano Daniele Ruffino).

Un viaggio che da Roma conduce a Buenos Aires lo proporrà, il 7 agosto, alla Gam il fisarmonicista e bandoneista Mario Stefano Pietrodarchi che, con l’orchestra, congiungerà Morricone a Piazzolla e Shchedrin.

Valentina Lisitsa quest’anno sarà presente con tre appuntamenti: alla Gam il 9 agosto un recital solistico dedicato a Tchaikovskij, il 12,  con un programma interamente dedito a Beethoven; e il 14 allo Steri, in duo con il celebre violinista israeliano Guy Braunstein.

Si ritornerà il 19 allo Steri con il  giovane pianista russo Dmitry Shishkin al suo debutto al festival palermitano; il 24 agosto alla Gam tocca all’ enfant prodige sedicenne pianista russo Alexander Malofeev, mentre il 25 allo Steri arriverà la pianista Gloria Campaner.

Palazzo Chiaramonte Steri

Il mese di agosto si chiuderà allo Steri con due appuntamenti di fila: il 30 con la violista Yulia Deyneka e la pianista Katia Skanavi che, il giorno successivo, si ai violinisti Aram Badalian e Alexander Malomozhnov e Mikael Samsonov al cello.

Una sortita fuori ambiente la assicureranno invece gli artisti “di casa nostra” tra i quali (1 settembre) Ezio e Giuliana Di Liberto, con il soprano Marija Elizarova.

E poi ancora si alterneranno Anastasya Terenkova Alexander Toradze, e il 15 settembre, per la chiusura del festival, dieci compositori siciliani, Alberto Maniaci, Giuseppe Ricotta, Vito Mandina,  Simone Piraino, Valentina Casesa,  Giovanni di Giandomenico, Giuseppe Tiranno, Riccardo Caruso, Antonio FortunatoGirolamo Salerno, racconteranno Palermo con la musica.

Anche quest’anno sarà a disposizione degli abbonati una navetta gratuita (andata e ritorno) per i soli concerti alla Galleria d’Arte Moderna, con partenza da piazza Croci e una fermata al Central Parking di via Mariano Stabile, 10 dove è disponibile il parcheggio gratuito.

Ulteriori informazioni su giorni e orari, sul sito della manifestazione.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.