7 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.00

Pizzicata su Facebook la candidata M5S

Torture per l’ex ministro Poletti, il commento shock della candidata grillina alle Europee

1 Aprile 2019

“Io le camere a gas con forni crematori per ministri come Poletti. E farne saponetta”. Così avrebbe scritto su Facebook Silvia Scordia, attivista candidata del Movimento 5 Stelle nel 2016, commentando un post pubblicato un paio d’ore prima da Clementina Iuppa, pure lei pentastellata.

Iuppa avrebbe pubblicato il suo post il 20 dicembre del 2016, commentando: «Io personalmente vorrei ripristinare la “gabbia sospesa” e aspettare i corvi»: di certo un auspicio non proprio gradevole per l’allora ministro, visto che la “gabbia sospesa” era una pratica per le torture diffusa nel medioevo.

Ma il post non è passato inosservato, tanto che qualcuno ha fatto uno screenshot che ha adoperato al “momento giusto”. Da quel giorno sono passati due anni e tre mesi ed ecco che adesso il post con la pratica medievale (e annesso commento) rispunta fuori con una sincronicità e una puntualità di certo non casuali. Oggi la Iuppa è, infatti, una dei candidati siciliani “sopravvissuti” alle cosiddette “europarlamentarie”, la prima scrematura pentastellata per le Elezioni Europee del 26 maggio.

Clementina Iuppa, post fb

Iuppa è cognata dell’ex presidente di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo, ed è stata collaboratrice parlamentare di Angela Foti, deputata regionale all’Ars dei 5 stelle. Spulciando i suoi social, si trovano anche i suoi interessi per il movimento di neo-paganesimo e di neo-stregoneria, “neo-wicca“. Ma questa è un’altra storia…

 

 

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.