Totò Cuffaro rilancia la Democrazia Cristiana e lo fa tramite social :ilSicilia.it

l'annuncio sui social per la sicilia

Totò Cuffaro rilancia la Democrazia Cristiana e lo fa tramite social

di
28 Ottobre 2020

Torna Totò Cuffaro e con lui rinasce la balena bianca. L’ex presidente della Regione Siciliana, democristiano doc da sempre, dopo gli anni trascorsi in partiti che ne hanno raccolto l’eredità con sigle differenti e sfumature altrettanto diverse, rilancia la Democrazia Cristiana. E lo fa alla maniera 2.0.: sui social.

Attraverso il suo profilo Facebook, infatti, Cuffaro ha lanciato il progetto di una Dc siciliana, dicendosi da subito il promotore dell’esperimento che al momento – per quanto è dato sapere – muove i primi passi su internet.

“E’ stata creata – annuncia infatti in un post – la pagina ufficiale della Democrazia Cristiana di Sicilia. Io sono il primo ad avere messo il like. Se volete fatelo anche voi insieme a me”. La pagina in pochissimi minuti ha ottenuto centinaia di like, così come il suo post che ha ricevuto numerosi commenti, perlopiù di nostalgici democristiani e suoi personali fan.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin