Tra passato e futuro: rinnovato il museo della Radiologia al Policlinico di Palermo | Video interviste :ilSicilia.it
Palermo

Presentato anche il libro

Tra passato e futuro: rinnovato il museo della Radiologia al Policlinico di Palermo | Video interviste

25 Ottobre 2018

Guarda in alto le video interviste

E’ stato inaugurato il nuovo percorso museale, al Policlinico di Palermo, all’interno del dipartimento di Scienze  Radiologiche. L’evento è stato arricchito dalla presentazione del volume “Il museo della radiologia“, edizioni Zacco, che il professore Elio Cardinale ha firmato con il professore Massimo Midiri, direttore del Museo e con l’assessore alla Formazione Roberto Lagalla.

Il Museo della Radiologia, nasce nel 1995 per opera del professore Adelfio Elio Cardinale, che è stato dal 1992 al 2011 direttore dell’Istituto di Radiologia, allievo di Cignolini, una delle più importanti figure della radiologia europea, che ha promosso la creazione di un nuovo plesso tra i più moderni d’Europa e intitolato nel 1994 alla memoria del Maestro. Gran parte delle apparecchiature sono state donate, o date in “prestito a tempo indeterminato” da parte delle famiglie e degli eredi dei primi radiologi che hanno voluto collaborare da tutta Italia alla realizzazione di questa raccolta.

elio cardinaleIl museo non può essere un’istituzione statica consegnata alle nostalgie della memoria – afferma il professore Elio Cardinale ma deve invece rivolgersi alla società quale promotore di cultura, quindi, volano di attività collaterali: ricerca, convegni, dibattiti, approfondimenti“.

roberto lagallaRoberto Lagalla, assessore regionale alla Formazione  ha detto “Elio Cardinale ha saputo diligentemente somministrare entusiasmo e creativa passione, portando a compimento un prezioso aggiornamento delle dotazioni museali, oggi arricchite da nuovi e prestigiosi conferimenti che hanno significativamente incrementato la sistematicità e la completezza rievocativa dell’esposizione”.

massimo midiriPer il professore Massimo MidiriE’ fondamentale conoscere il passato per poter pensare al futuro della radiologia, soprattutto per i giovani che si apprestano a studiare questa materia“.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.