Traffico a Palermo, Gelarda e Anello: "L'assessore Catania sembra non avere le idee chiare su come affrontare il problema" :ilSicilia.it
Palermo

Seduta dai toni accesi in sesta commissione

Traffico a Palermo, Gelarda e Anello: “L’assessore Catania sembra non avere le idee chiare su come affrontare il problema”

di
25 Giugno 2019

Seduta dai toni molto accesi in sesta commissione, Attività produttive e programmazione, dove è stato ospite l’assessore Giusto Catania.

Giusto CataniaL’assessore ha snocciolato una serie di dati sul problema del traffico a Palermo. Dai dati è emerso che a Palermo solo l’1% dei palermitani utilizza la bici per andare a lavorare, il 9% i mezzi pubblici, il 12% va a piedi. Mentre il 78% usa ancora auto e moto.

In diverse occasioni Palermo – dichiara il capogruppo della Lega e responsabile regionale degli enti locali Igor gelarda è risultata essere la più trafficata o la seconda tra le città più trafficate d’italia. Comunque una delle più trafficate al mondo. Credo che in una situazione di crisi come questa ci vogliono delle soluzioni energiche e immediate, senza proclami. Vero è che l’assessore ci ha spiegato che a breve verrà adottato il piano urbano di mobilità sostenibile, Pums. Ma è pure vero che i primi risultati tangibili con l’entrata in vigore di 3 linee importanti dei tram (dalla stazione centrale alla statua, il completamento di quello della circonvallazione e il completamento di via Notarbartolo), si avranno solo dopo il 2024. Sempre che non ci siano problemi nei cantieri cosa che purtroppo accade spesso a Palermo“.

È necessario un intervento urgente –  sostengono all’unisono Igor Gelarda e Alessandro Anello, capogruppo di per Palermo con Fabrizio, vicepresidente della sesta commissione.

da sx Igor Gelarda - Alessandro Anello
da sx Igor Gelarda – Alessandro Anello

Il sindaco e l’assessore Catania non possono continuare a far finta che il traffico non sia uno dei problemi peggiori della città. E ci sembra che nell’immediato l’assessore Catania abbia idee tutt’altro che chiare su come affrontare il problema traffico. Chiediamo l’apertura di una serie di tavoli di concertazione, con proposte da mettere nero su bianco, che coinvolgono i consigli di circoscrizione, le associazioni di categoria dei commercianti e anche quelle dei cittadini“, aggiungono Gelarda e Anello.

Non ci si può trincerare –  proseguono Anello e Gelarda – in qualcosa che partirà fra 5 anni mentre i palermitani perdono salute, tempo e denaro in questo traffico folle“.

Già nel 2014 – conclude il consigliere Anello – era stata proclamata la Rivoluzione del traffico a Palermo con l’allora assessore Giusto Catania, i risultati finora sono stati invece disastrosi con debiti per Amat e traffico per i palermitani“.

 

LEGGI ANCHE:

Giusto Catania (Sinistra comune): “Grazie alla Ztl incremento economico nel centro di Palermo” | Video Intervista

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin