Tragedia a Marsala, perde la vita mentre fa kitesurf: è l'ennesima vittima :ilSicilia.it
Trapani

nella riserva naturale dello Stagnone

Tragedia a Marsala, perde la vita mentre fa kitesurf: è l’ennesima vittima

di
19 Settembre 2018

Uno sportivo francese di 45 anni è morto, verso le 12, mentre si accingeva a fare kitesurfing nella riserva naturale dello Stagnone di Marsala, uno specchio d’acqua che attira gli appassionati di questo sport.

L’uomo si stava preparando al lancio ed è stato trascinato da una forte raffica di vento verso i vigneti lungo la riva di contrada Birgi. Secondo una prima ricostruzione la vittima era in compagnia di alcuni amici appassionati dello stesso sport ed era già allacciato al suo kite, ma nel corso delle operazioni preliminari è stato investito da un’improvvisa bufera che lo ha fatto alzare in volo.

E’ stato quindi trascinato per circa 400 metri lungo la terraferma, sbattendo ripetutamente a suolo e contro alcune piante. Sono stati gli stessi operatori della scuola di kitesurf a recuperare il corpo tra i filari di un vigneto.

Poi, sono stati chiamati il 118 e le forze dell’ordine. Ma il francese era morto. L’11 settembre scorso aveva perso la vita nello stesso specchio d’acqua un giovane kiter polacco, che a quanto pare aveva stretto troppo la cintura alla quale si aggancia l’aquilone e per questo si è sentito male mentre era in aria, perdendo i sensi e candendo in mare. Il 30 giugno, invece, era morto, sempre in acqua, Federico Laudani, 31 anni, laziale, pilota della compagnia Ryanair.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin