Tragedia sul lavoro: vola da un traliccio e cade su un incendio, bruciato vivo :ilSicilia.it
Enna

a Troina, nell'ennese

Tragedia sul lavoro: vola da un traliccio e cade su un incendio, bruciato vivo

di
20 Agosto 2020

Un 25enne di Pescara, Francesco Colasante, è morto nel tardo pomeriggio di ieri a Troina (Enna) in seguito ad un incidente sul lavoro. Il giovane, secondo le prime informazioni, stava lavorando su un traliccio per una ditta che effettua lavori per conto terzi: a causa di scintille, ma non si sa ancora come causate, sul terreno al di sotto della struttura si sarebbe sviluppato un incendio.

Il 25enne, nel tentativo di mettersi in salvo, sarebbe caduto a terra fratturandosi una caviglia. Mentre gli altri compagni di lavoro hanno avuto la possibilità di allontanarsi, le fiamme avrebbero travolto l’operaio senza lasciargli scampo. Trasportato successivamente al Cannizzaro di Catania, Colasante è morto per le gravi ustioni ricevute.

Sul luogo sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Nicosia. La procura di Enna ha aperto un fascicolo per indagare su quanto accaduto: al momento è contro ignoti.

LA DENUCNIA DELL’UGL

“Incidente mortale  sul lavoro a Troina  in un cantiere di lavoro di TERNA SPA?” Questa  è l’atroce domanda sollevata dalla Segreteria Regionale dell’Ugl Chimici su una notizia per cui si chiede chiarezza sui fatti accaduti.

Il  Segretario regionale dell’Ugl Chimici della Sicilia Raffaele Loddo pone una serie di domande sull’accaduto provando a ricostruire i fatti: “Viene consegnato il cantiere alla ditta Socoel abruzzese, nel territorio di Troina, la quale lavora alla sostituzione dei conduttori senza sorveglianza di cantiere da parte di personale Terna SpA. Scoppia un incendio il panico colpisce gli operai, il ragazzo di 25 anni cade dal traliccio? Tra i massi? Si rompe una gamba e un incendio lo avvolge. I suoi colleghi lo recuperano e lo portano in ospedale senza chiamare il 118? In ospedale forse non comunicano che stava lavorando e passa per incidente e non per infortunio sul lavoro?”

“La situazione precipita –  spiega Loddo –  muore e solo allora per le  vie brevi comunicano in Terna SpA la morte. Nessun sopralluogo sul posto nessuna denuncia Inail e organi competenti? Il cantiere non viene sequestrato per indagini e si cerca di capire come uscirne senza clamore?”

“Se così è di una gravità assoluta per la complicità ed il resto conclude il sindacalista – con certezza oggi era in corso una riunione in Terna con la ditta di cui non si conoscono ancora gli esiti, pertanto a seguito del nostro intervento pubblico chiediamo di sapere cosa realmente abbia provocato la morte di un lavoratore e del perché di questo silenzio”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin