Tram, prima di Pasqua previsto il bando per le nuove linee :ilSicilia.it
Palermo

La Giunta Orlando spinge per le linee in Centro, verso Zen, Mondello e Bonagia

Tram, prima di Pasqua il bando per le nuove linee

di
5 Aprile 2017

Come avevamo preannunciato lo scorso gennaio, il Comune di Palermo è pronto a pubblicare entro la prossima settimana il nuovo bando per la progettazione delle nuove linee di tram.

Entra nel vivo la fase della progettazione lungo tre nuovi assi: dalla Stazione Centrale a Zen e Mondello; verso Bonagia; lungo la costa. La Giunta comunale ha infatti approvato ieri la delibera che definisce l’iter e le modalità di realizzazione del progetto, affidando all’Area delle infrastrutture l’avvio delle procedura internazionale che permetterà prima di definire il progetto nella sua interezza, comprensivo del percorso definitivo delle nuove linee, e poi di individuare il soggetto incaricato della materiale realizzazione dell’opera.

TRAM PALERMOL’atto approvato ieri dalla Giunta, ripercorre il percorso fin qui seguito dall’Amministrazione e che ha permesso di ottenere già un finanziamento di 200 milioni di euro (inserito nel Patto per Palermo) per le prime tratte e dà mandato all’area tecnica di predisporre un bando che, in due fasi, permetterà di giungere al progetto finale.

Il bando, che prevede il ricorso allo strumento del concorso internazionale, prevederà due fasi: la prima (di idee) permetterà di selezionare un massimo di 5 concorrenti ammessi alla fase successiva (di progettazione).

Il tram wireless “Primove” di Bombardier

Durante la prima fase, i concorrenti dovranno proporre all’Amministrazione anche il tracciato migliore, che sarà votato e deciso dalla Giunta, ferme restando le direttrici già individuate dal Piano regolatore dal Centro verso nord (Zen e Mondello), dal centro verso Ovest (Bonagia) e lungo la costa. La procedura che porterà poi al materiale avvio dei lavori, prevede che siano poi realizzati due ulteriori bandi, di cui uno per l’assistenza tecnico/giuridico/economica al Responsabile Unico del Procedimento ed uno per l’affidamento della progettazione esecutiva e dell’appalto dei lavori.

Il primo bando, quello per il concorso di idee e per la progettazione, sarà pubblicato entro la prossima settimana dall’Area delle Infrastrutture.  “Alla vigilia dell’incontro del Comitato di controllo e gestione del Patto per il Sud che si svolgerà a Palermo nei prossimi giorni con il Ministro De Vincenti – afferma il vice sindaco e assessore alle Infrastrutture Emilio Arcuri – l’Amministrazione conferma la velocità ed operatività nei propri uffici per dare attuazione al piano che prevede di dotare la città di sempre più numerose linee di tram”.  

Per il sindaco Orlando “si delinea sempre più l’idea della città del futuro, nella quale, grazie anche ad un diffuso sistema di trasporto su rotaia a ridottissimo impatto ambientale, tutte le periferie saranno velocemente collegate al centro, ridisegnando la geografia degli spostamenti urbani e dei servizi in una ottica di sostenibilità e vivibilità. Quel che è più importante è che non stiamo più parlando di ipotesi o desideri, ma di concreti interventi che vedranno la luce nei prossimi anni grazie agli stanziamenti già ottenuti dall’Amministrazione.”

CLICCA QUI PER IL DETTAGLIO DELLE 7 NUOVE LINEE TRAM

Ora arriva anche il plauso dell’Ordine degli Architetti al concorso internazionale del Comune: “Plauso per la scelta del concorso internazionale di progettazione per le nuove linee tranviarie e un invito: sia l’occasione per attivare processi di rigenerazione urbana nei luoghi attraversati dal tram”. Lo dice in una nota il presidente dell’ordine degli Architetti, Francesco Miceli. “La settimana scorsa, in due distinti eventi abbiamo discusso insieme agli ingegneri e ad esponenti del mondo accademico di strategie di mobilità sia nel centro urbano che nell’area metropolitana, consegnando al Comune riflessioni e critiche. Oggi – sottolinea Miceli – la scelta del concorso internazionale può garantire soluzioni di qualità al sistema tranviario e alla sua realizzazione. È la strada che abbiamo sempre auspicato e ci auguriamo che la procedura dei concorsi, così come già richiesto dall’Ordine in varie occasioni, divenga la prassi utilizzata da tutti gli enti nel campo delle opere pubbliche. Di grande rilievo anche la scelta di prevedere due fasi di concorso. Nel caso del tram la prima fase sarà decisiva per definire tracciati e relazioni col contesto urbano”. 

A gennaio avevamo raccontato dell’interesse della Bombardier (l’impresa che fornito i 17 tram in città) per questo nuovo bando. «Sicuramente parteciperemo» ci confidò un responsabile del colosso austriaco-canadese. L’idea è di dotare la città di sistemi a ricarica magnetica induttiva, senza pali né barriere. Un modo armonioso e intelligente di dotare il Centro Storico di un sistema wirelessappoggiato recentemente dallo scienziato del Cnr, Gianni Silvestrini.

LEGGI ANCHE

Palermo. Il futuro del tram è wireless

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.