Trapani: Bongiorno (Confindustria), "la nomina di Messineo ci rassicura molto" :ilSicilia.it
Trapani

Bongiorno: "Avremmo preferito avere un sindaco che potesse avere una visione più strategica di medio e lungo termine"

Trapani: Bongiorno “la nomina di Messineo ci rassicura molto” [Video Intervista]

5 Luglio 2017

“La nomina di Messineo ci rassicura molto”. Lo dice ai nostri microfoni il presidente di Confindustria Trapani, Gregory Bongiorno, commentando la situazione politica che si è venuta a creare nella città dopo le ultime elezioni amministrative.

“Confidiamo nelle prossime settimane di andarlo a trovare – aggiunge – per avviare un rapporto di dialogo e collaborazione per cercare in questo anno di non far soffrire le aziende insediate a Trapani. Avremmo preferito avere un sindaco che potesse avere una visione più strategica di medio e lungo termine per i prossimi 5 anni”.

Sulla condizione in cui versa l’economia del territorio, Bongiorno sottolinea il ruolo importante del “turismo e dell’agroalimentare. Stiamo recuperando quel periodo di crisi che ha soprattutto caratterizzato l’industria dell’edilizia e delle opere pubbliche”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.