Trapani, inaugurato il Terminal passeggeri. Monti (AdSP): "Un modello per la ripartenza" | CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it
Trapani

L'evento

Trapani, inaugurato il Terminal passeggeri. Monti (AdSP): “Un modello per la ripartenza” | CLICCA PER IL VIDEO

di
10 Dicembre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Continua il rilancio dei porti della Sicilia Occidentale. Con l’inaugurazione del nuovo  Trapani Cruise Terminal Passeggeri, una fra le più importanti e strategiche infrastrutture della Sicilia, cambia volto e diventa realtà.  A esporre i lavori eseguiti e le sfide future, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia occidentalePasqualino Monti.

Al taglio del nastro erano presenti, oltre al presidente dell’Autorità portuale del Mare di Sicilia occidentale, il sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Giancarlo Cancelleri e il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida. Per Monti, Trapani diventa la porta legale italiana dei traffici e dei collegamenti da e per l’Africa. La nuova Stazione Marittima, si aggiunge al Trapani Fast Ferry Terminal, realizzato in otto mesi nel 2019. Il valore di questo intervento, assieme ad altri lavori di manutenzione effettuati, è di 7 milioni di euro.

Per dare continuità al progetto del Terminal, si procederà anche a un intervento sulla banchina est del Molo Sanità che riguarda il consolidamento e l’adeguamento antisismico delle strutture che su quella banchina insistono e che, integrandosi con quello del Terminal crociere e passeggeri, inaugurato oggi, produrrà la piena operatività del Molo Sanità. Valore complessivo dell’intervento 8 milioni e circa sette mesi di cantieri aperti.

Pasqualino Monti

“Il porto della Sicilia occidentale – sottolinea Monti –  ha “ufficializzato” questo suo ruolo, grazie allo sblocco e al completamento di lavori che erano al palo da anni e che hanno consentito allo scalo marittimo, ma anche alla città, di ridisegnare il suo affaccio a mare. Complessivamente l’AdSP MSO ha 837 milioni di euro di opere in corso di realizzazione e opere collaudate, un + 30 % di prodotto interno lordo portuale, un oltre 10 % di incremento delle occupazioni (dal 2017 al 2021), un + 4,3 % di incremento del traffico passeggeri (al netto delle crociere) sempre dal 2017 al 2021”.

A Trapani, tra le opere di prossimo inizio, la più importante è quella del dragaggio per un importo di 67 milioni e mezzo. Ci sono quindi i lavori di completamento e adeguamento delle banchine settentrionali (importo del progetto € 1.480.000,00), e il progetto Smart Port per l’efficientamento energetico e l’installazione di impianto di videosorveglianza in tutto l’ambito portuale. Quindi si passa alle opere con progettazione in fase di definizione che riguardano la rimozione della diga Ronciglio e il dragaggio delle relative aree (banchine molo Ronciglio) per un importo di € 28.500.000; il consolidamento e l’adeguamento antisismico del vecchio molo Ronciglio e della banchina di Riva (importo € 20.000.000,00); la realizzazione del nuovo ponte di collegamento con le banchine Ronciglio del porto per un importo di €.8.000.000,00. Intervento di punta, la riqualificazione del waterfront storico del porto di Trapani per un importo di €. 54.000.000,000.

L’inaugurazione è stata preceduta dalla III^ edizione della conferenza “Noi, il Mediterraneo”, che si è tenuta al Museo regionale “Agostino Pepoli”, alla presenza di numerosi ospiti del mondo dello shipping. A essere illustrati, non solo gli interventi relativi allo scalo marittimo trapanese ma anche tutti quelli compresi nel Sistema Portuale Occidentale come Palermo, Termini Imerese e Porto Empedocle. Un’occasione per descrivere il “modello” sviluppato dall’Autorità Portuale che mette insieme diversi elementi: un piano industriale credibile, programmazione, progettazione, un’attività concreta per il reperimento di risorse per la realizzazione. Un vero e proprio “prodotto” da vendere sul mercato che porta la stessa Autorità si Sistema a rivestire il ruolo di elemento di mercato nel mercato. Il risultato, oltre a essere visibile agli occhi di tutti (cittadini, passeggeri, turisti), consente di creare economia reale e un ritorno di investimento.

“Con l’inaugurazione di oggi, va al suo posto un altro tassello del nostro piano industriale ma il prossimo tassello già incombe: sarà a Palermo per il ritorno in vita della stazione marittima all’inizio del prossimo anno“, conclude Pasqualino Monti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.