Trapani, Musumeci in visita ufficiale: il caporalato tema dell'incontro CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it
Trapani

IL SOPRALLUOGO

Trapani, Musumeci in visita ufficiale: il caporalato tema dell’incontro CLICCA PER IL VIDEO

di
16 Marzo 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Visita ufficiale stamane a Trapani del presidente della Regione Nello Musumeci. Primo appuntamento con il prefetto Filippina Cocuzza, nella sede del Palazzo del Governo. Nel corso dell’incontro si è discusso del fenomeno del caporalato nel Trapanese e del contrasto anche con un sistema di videosorveglianza nelle zone rurali che la Regione ha progettato e realizzerà grazie alle risorse dello Stato nell’ambito del Pon Legalità. Altro tema quello dell’accoglienza dei profughi ucraini, che vede impegnati soggetti pubblici e privati in una rete di vera solidarietà.

Il presidente Musumeci ha poi manifestato la sua disponibilità a finanziare alcuni interventi sul pregevole immobile che ospita la prefettura, che presenta diffusa umidità alle pareti e necessità quindi di lavori di manutenzione straordinaria. A salutare il governatore in prefettura c’erano anche il questore e i comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza, componenti del Comitato per l’ordine e la sicurezza.

Subito dopo, Musumeci si è recato nella sede del Liberto consorzio comunale, dove è stato ricevuto dal commissario straordinario Raimondo Cerami. Insieme al segretario generale dell’ente a i vertici dell’Ufficio tecnico è stato affrontato il tema della viabilità provinciale e del supporto che il governo regionale offre da anni alla ex Provincia nell’intervento sulle strade, pur non avendone diretta competenza. Il presidente ha voluto illustrare il progetto che il governo regionale sta portando avanti per la riqualificazione dell’ex Sanatorio “La Russa” di Trapani, da destinare a Centro direzionale per ospitare gli uffici regionali.

«Quella con il prefetto e con il commissario della ex Provincia di Trapani – afferma Musumeci – è stata un’utile occasione di confronto. Insieme abbiamo affrontato i temi più urgenti legati al territorio del Trapanese. Ciascuno, per le proprie competenze, ha messo sul tavolo le iniziative per affrontare e, soprattutto, risolvere i problemi più urgenti».

Prima di lasciare la città, il presidente della Regione ha trovato il tempo per una visita al personale dell’Ufficio provinciale del Lavoro.

«L’incontro con i dipendenti regionali – dice Musumeci – è stata per me una piacevole e preziosa occasione, sia per scambiare impressioni, sia per testimoniare la vicinanza del governo a questa struttura che lavora con tanto senso di responsabilità e che merita quindi di essere sostenuta e incoraggiata».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro