Trapani, Riserva dello zingaro: soccorso un ferito :ilSicilia.it
Trapani

LA VITTIMA E' SCIVOLATA DAL SENTIERO

Trapani, Riserva dello zingaro: soccorso un ferito

di
21 Luglio 2019

Operazione congiunta del Soccorso alpino e speleologico siciliano, 118 e Guardia costiera per soccorrere un turista che si e’ infortunato mentre si trovava nella riserva dello Zingaro. L’allarme e’ scattato poco dopo le 13 quando L.M., trapanese di 21 anni, si e’ lussato la spalla sinistra scivolando sul sentiero nella zona di cala Capreria.

Il ragazzo ferito, nonostante l’infortunio, è riuscito a chiamare la centrale del 118.

Pochi minuti dopo, dall’aeroporto palermitano di Boccadifalco, è decollato un elicottero con a bordo due tecnici del Soccorso alpino, un medico e un infermiere del 118. I soccorritori sono stati trasportati fino alla piazzola di case Milazzo, lato Scopello.

Qui, a piedi, hanno raggiunto cala Beretta (zona in cui in un primo momento si riteneva che fosse l’infortunato), dove sono stati prelevati da un gommone della delegazione di spiaggia di San Vito Lo Capo che li ha imbarcati e trasferiti a cala Capreria.

I sanitari, con l’aiuto dei tecnici Sass, hanno prestato le prime cure all’escursionista, immobilizzandogli la spalla e caricandolo sul gommone per essere sbarcato al porto di Castellamare del golfo, dove ad attenderlo era pronta un’ambulanza.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.