Trapani, sequestrati beni per oltre 7mln a imprenditore: individuate due società con sede a Londra :ilSicilia.it
Trapani

la scoperta della Guardia di Finanza

Trapani, sequestrati beni per oltre 7mln a imprenditore: individuate due società con sede a Londra

di
20 Ottobre 2021

La Guardia di Finanza di Trapani ha sequestrato beni immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie per un valore complessivo di 7 milioni di euro riconducibili ad un imprenditore, operante nel settore della compravendita di beni immobili.

Le indagini, condotte dalla Tenenza di Castelvetrano, hanno consentito di accertare l’esistenza uno strutturato schema fraudolento, finalizzato alla commissione di reati in materia tributaria e penale (omessa dichiarazione dei redditi, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, trasferimento fraudolento di valori e autoriciclaggio), posti in essere dall’indagato di Castelvetrano.

In particolare, nel corso degli accertamenti, i militari delle Fiamme Gialle individuavano due società con sede a Londra, ma di fatto operanti sul territorio nazionale, che erano indirettamente riconducibili all’imprenditore che, mediante numerosi passaggi di proprietà di beni immobili, frutto del mancato pagamento di imposte, tra società costituite ad hoc aveva intestato, in un primo momento, l’ingente patrimonio illecitamente accumulato ad una delle due società estere per poi procedere ad un nuovo passaggio di proprietà di detti beni ad altra società, sempre di diritto estero, allo scopo di preservare i beni da ogni pretesa da parte dell’Erario e, nel contempo, evadere il pagamento delle imposte gravanti sugli stessi.

Più nello specifico, le indagini hanno consentito infatti di acclarare come il compendio immobiliare, costituito da 74 fabbricati e terreni dislocati nel trapanese, dopo innumerevoli passaggi intercorsi tra 20 imprese italiane, confluiva, nel 2017, in una società dichiaratamente britannica e, nel 2020, ad una nuova impresa di asserito diritto inglese, artatamente intestata ad un libero professionista castelvetranese, connesso al principale attore della vicenda da risalenti legami di conoscenza personale e lavorativa.

Evidenze che, riportate alla valutazione della Procura di Marsala, hanno determinato il gip all’emanazione del provvedimento cautelare odierno eseguito dalla Guardia di Finanza, con il quale si è ordinato il vincolo preventivo, finalizzato alla confisca, di disponibilità immobiliari nei confronti della new company e di quattro indagati.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin