Trasporti, Palermo: dopo 11 anni torna il biglietto unico bus-tram-treno | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Iniziativa presentata a Palazzo d'Orleans

Trasporti, Palermo: dopo 11 anni torna il biglietto unico bus-tram-treno | VIDEO

di e
3 Luglio 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Una tappa, non ancora un traguardo, verso l’obiettivo di un sistema di trasporto pubblico intermodale per decongestionare il traffico urbano. Da domani a Palermo sarà possibile viaggiare su bus, tram e treni con un biglietto giornaliero unico dal costo di 5,50 euro.

È il risultato dell’intesa tra Trenitalia, Regione Siciliana, Comune di Palermo e Amat, l’azienda che si occupa della mobilita’ urbana nel capoluogo siciliano. Il ticket, che sarà gratuito per i ragazzi fino a undici anni accompagnati da un adulto, “semplifica gli spostamenti dei cittadini e dei turisti – ha affermato l’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo d’Orleans – e, oltre a quelle dei cittadini, ottimizzerà i tempi di spostamento dei turisti. In un momento come l’attuale, in cui il turismo di prossimità è diventato centrale, un progetto come questo è strategico per costruire un futuro sostenibile all’insegna soprattutto della riduzione dell’inquinamento nelle nostre città“.

Sula stessa linea Michele Cimino, presidente dell’Amat, che definisce questo progetto come“un passo avanti nella già avviata sinergia dell’azienda con il governo regionale, ma anche un ulteriore risultato che si aggiunge al potenziamento del sistema di car sharing”. Uno strumento, il biglietto unico, in linea con l’attuale domanda di qualità dei servizi di trasporto: “Il periodo della pandemia indotto le persone a dare più valore al tempo, in particolare al quello, eccessivo che si perde per coprire anche spazi urbani molto brevi. Quello tra tempo e distanze è un rapporto che si deve sempre più ottimizzare e per arrivare a questo risultato bisogna necessariamente passare dalla mobilità sostenibile“.

Un soluzione nuova per la Sicilia, che parte da Palermo come progetto sperimentale , per essere estesa anche a Catania e Messina. “Speriamo di potere coinvolgere nell’iniziativa anche gli aeroporti – ha detto il presidente della regione Nello Musumeci  . Il biglietto integrato contribuirà a affermare finalmente una valida alternativa al mezzo privato, a cui il cittadino tradizionalmente ricorre per il timore di incorrere nei disagi causato da quelli pubblici”.

Durante la conferenza stampa, Iacono, collegato via skype da Milano, ha annunciato l’arrivo di 21 nuovi treni. Ma resta aperto il problema della frequenza dei mezzi.

Altro obiettivo fondamentale il miglioramento dei collegamenti ferroviari tra città – non solo i capoluoghi – e gli aeroporti. Un fronte nel quale la provincia di Palermo ne vedrà avviato uno più veloce tra Cefalù e l’Aeroporto palermitano di Punta Raisi. “Grazie a un by pass ferroviario realizzato nella stazione di Maredolce (fermata ferroviaria situata sul tronco urbano della linea per Trapani, ndr), chi viene da Cefalù non dovrà cambiare treno alla Stazione Centrale, subendo le perdite di tempo del restringimento di Orleans, e potrà così arrivare alla stazione ferroviaria situata sotto i check in con un risparmio di tempo di 25 minuti”. Inoltre – ha concluso Falcone – “attiveremo 7 nuove coppie di treni nei giorni festivi”.

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.