"Trasposizioni d'inverno", realtà e fantasia negli scatti di Nicola Di Giorgio | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Al Castello di Carini

“Trasposizioni d’inverno”, realtà e fantasia negli scatti di Nicola Di Giorgio | VIDEO

di
3 Aprile 2018

Si intitola “Trasposizione d’Inverno” la mostra fotografica di Nicola Di Giorgio, in esposizione al Castello di Carini all’interno del progetto #MCCN Contemporary.

Palermitano e giovanissimo, classe 1994, Di Giorgio si è formato all’Accademia di Belle arti di Palermo, frequentando poi il CFACorso Avanzato in Fotografia diretto da Silvia Lelli presso lo IED Istituto Europeo di Design, Moda e Arti Visive di Milano.

Gli scatti sono un viaggio nei paesaggi invernali che diventano geometrie, reali e fantastiche, “pensieri sospesi nella nostra mente“, scrive Carmelo Bongiorno.

Tra le pareti diafane del Castello, le fotografie di Di Giorgio creano un percorso, a volte immaginifico, dove la dimensione quasi lunare delle rappresentazioni allontana dalla realtà dello scatto, proiettando l’immaginazione altrove e scardinando l’immaginario del paesaggio “assolato”.

L’esposizione, fino al 10 maggio, inaugura il calendario delle manifestazioni per il 2018 che animeranno Carini e fa parte del cartellone di Palermo Capitale Italiana della Cultura; un focus sul lavoro del fotografo è stato pubblicato dalla rivista “Il Fotografo” lo scorso febbraio.

GUARDA IL VIDEO DELLA MOSTRA IN ALTO.
© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.