Trattativa Stato-Mafia, difesa Mori: "Assoluzione Mannino scagiona anche i Ros"" :ilSicilia.it

LE DICHIARAZIONI DELL'AVVOCATO

Trattativa Stato-Mafia, difesa Mori: “Assoluzione Mannino scagiona anche i Ros”

di
28 Giugno 2021

Oltre all’aspetto giuridico che ho affrontato dimostrando che non vi è alcuna prova della minaccia al governo da parte del generale Mori c’è una accusa morale, ancora più odiosa, che si addebita ai carabinieri: e cioè che l’avvio dei contatti Ros-Ciancimino abbia causato una accelerazione del progetto di attentato ai danni di Borsellino e dunque la sua morte“. Lo ha detto l’avvocato Basilio Milio, in avvio della sua arringa al processo d’appello sulla cosiddetta trattativa tra lo stato e mafia, giunto alle battute finali, che si celebra dianzi alla Corte d’Assise presieduta da Vittorio Pellino (Vittorio Anania giudice a latere).

L’accelerazione – riprende Milio – non si è mai verificata. Al di là di una cadenza quasi bimestrale degli attentati – Lima, marzo ’92; Capaci, maggio ’92; via D’Amelio, luglio ’92 – vi sono elementi che portano a dire che strage via D’Amelio era in preparazione da mesi. Lo dice Gaspare Spatuzza, secondo cui l’esplosivo era già stato predisposto. E lo afferma anche il pentito Onorato“. L’unico che parla di “accelerazione” è stato Giovanni Brusca ma lo fa come “mera ipotesi”.

Ma, secondo la difesa Mori, “un buon movente per l’accelerazione dell’esecuzione dell’attentato di via D’Amelio è l’interessamento del giudice Borsellino per il rapporto mafia e appalti predisposto dal Ros e ritenuto fondamentale per le indagini su mafia-politica e imprenditoria“.

Voi credete che Borsellino – ha detto il legale rivolgendosi alla Corte di Assise – volesse fare indagini che non dessero fastidio alla mafia? Lui parlava con tutti di ‘mafia e appalti’, collegando il rapporto con la strage di Capaci. E Perché la deposizione di Antonio Di Pietro, ritenuta superflua e non ammessa in primo grado, qui invece è stata ammessa? Perché vuol dire che questa, come altre, prove le avete ritenute fondamentali per la ricerca della verità anche a costo di fare emergere anche comportamenti poco chiari da parte di alcuni magistrati“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin