Tre suicidi in una settima nelle carceri siciliane, Apprendi: "Detenzione non deve essere tortura psicologica" :ilSicilia.it

L'intervento del presidente di Antigone Sicilia

Tre suicidi in una settima nelle carceri siciliane, Apprendi: “Detenzione non deve essere tortura psicologica”

di
21 Agosto 2020

«Due suicidi in una settimana al carcere palermitano di Pagliarelli ed uno al carcere di Caltagirone. Tre detenuti in attesa di giudizio. Siamo al mare o in vacanze e siamo “disturbati” da queste notizie. A chi può  interessare la morte di tre persone che sono finite in galera, “se la sono voluta” è  la frase più  elegante. Il disagio nelle carceri non è solo ” un problema loro”, è  un problema di tutta la società che ha la responsabilità di tutelare la vita di tutti. I detenuti riconosciuti colpevoli devono scontare la pena in condizioni di vita dignitose. La detenzione non deve trasformarsi in tortura psicologica come in un girone dell’inferno dantesco».

suicidi carcere-lenzuola-detenuti-Lo dice Pino Apprendi, presidente di Antigone Sicilia.

«Detenuti e popolazione carceraria, compresa la Polizia Penitenziaria, fra l’altro, hanno sopportato più degli altri l’isolamento anche dai propri familiari durante il periodo dei divieti per evitare i contagi, ma il COVID-19 è entrato in molte carceri mietendo vittime non solo fra i detenuti, ma anche fra la Polizia Penitenziaria e qualche medico. Va istituito il garante comunale in ogni territorio dove esiste un carcere. A Palermo, il Comitato Esistono i Diritti con il suo presidente Gaetano D’Amico, già da tempo, lo chiede e in Consiglio Comunale presto ne approverà  il regolamento.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, detenuto di 45 anni si suicida al carcere Pagliarelli

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin