Trecento milioni per le Province da Roma, Armao: "Notizia infondata" :ilSicilia.it

Post su facebook dell'assessore

Trecento milioni per le Province da Roma, Armao: “Notizia infondata”

di
3 Marzo 2019

L’Assessore regionale all’Economia Gaetano Armao interviene e commenta le notizie su un contributo da 300 milioni in arrivo per salvare le Province siciliane dal dissesto finanziario: “E’ una notizia senza fondamento“, scrive Armao sul proprio profilo facebook.

Il vicepresidente dell’Economia afferma: “I 300 milioni di euro sono già assegnati alla Sicilia e destinati all’edilizia ospedaliera. Da giorni – prosegue Armao – è già stata scartata questa ipotesi poco credibile d’intesa con il Presidente Musumeci e l’assessore Razza, circostanza di cui si è preso atto anche al MEF“.

Armao, dunque, indica la via da seguire per il risanamento delle Province e dà qualche suggerimento al governo centrale: “Lo Stato vuol intervenire, come ha confermato personalmente il Presidente Conte – scrive  –, ma deve farlo con risorse aggiuntive, non con quelle che già spettano ai siciliani, dopo che col prelievo forzoso sono stati sottratti alle sole nostre province 1,5 miliardi di euro“. Il 6 marzo è previsto un nuovo incontro al Ministero dell’economia

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin